IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

.

Alla fine mi sono deciso. Ogni giorno mi ripropongo di rispondere ai vostri commenti e alle vostre domande ma, inevitabilmente, telefonate, riunioni, appuntamenti, mi distolgono dal mio proposito. Come forse alcuni di voi sapranno, Edizioni If e IfIdeaPartners non si occupano solo di fumetti, ma operano come service editoriale per diversi clienti. Quindi le giornate di tutti noi sono davvero piene. Soprattutto di questi tempi in cui trovare lavoro non è certo facile.

A ogni modo leggo tutti i vostri messaggi, che mi giungono anche via mail, e voglio ringraziarvi di cuore per la costanza e l’affetto con cui seguite le nostre pubblicazioni. Ecco perché ho deciso di scrivere questo post collettivo in cui faccio il punto della situazione delle nostre iniziative, sperando di ricompensare almeno in parte la vostra pazienza intorno alla mia latitanza. Non si tratta quindi di un articolo sulla storia del fumetto come i precedenti, ma di una chiacchierata con voi, che spero possiate gradire.

In tema di buoni propositi, posso dirvi che in futuro i miei collaboratori mi aiuteranno a rispondere alle vostre domande di servizio, come è doveroso che sia. Io cercherò di intervenire non appena possibile e magari di scrivere qualche altro post di indagine intorno al mondo del fumetto: ho la scrivania piena di appunti, ma quello che manca è sempre il tempo.

.

.

Fumetto! 150 anni di storie italiane

.

Negli scorsi mesi abbiamo lavorato alacremente ad alcune opere legate ai fumetti. Prima fra tutte il volume Fumetto! 150 anni di storie italiane, uscito in questi giorni per i tipi di Rizzoli. Si tratta di un’opera titanica, che l’amico Matteo Stefanelli e io abbiamo curato con l’aiuto di una cinquantina di autori. Il volume ripercorre la storia del fumetto italiano dall’800 ai giorni nostri, propone schede critico-biografiche di oltre cento fumettisti e raccoglie gallery con le copertine delle pubblicazioni a fumetti di ogni periodo. Un lavoro appassionante e snervante: dover rimanere entro le 520 pagine è stato un incubo. Sono tante, sì, ma ci hanno comunque costretto a numerose e sofferte esclusioni. In ogni caso, siamo orgogliosi di aver avviato un’analisi della storia del fumetto del nostro Paese. Si tratta di un inizio, a cui vorremmo dare un seguito, ecco perché la ricerca avrà a breve degli sviluppi digitali, vi terremo aggiornati al riguardo. Intanto parleremo del volume e delle iniziative a esso collegate nell’ambito di Lucca Comics & Games, sabato 3 novembre alle ore 14, presso la Camera di Commercio – Sala dell’Ora.

.

.

iFumetti Imperdibili, Il Piccolo Ranger n. 1

.

Sempre negli ultimi mesi, ci siamo impegnati in un altro progetto, questa volta “nativo” digitale. Si tratta di iFumetti Imperdibili, una collana di ePub con cui intendiamo raccogliere alcune pietre miliari del fumetto italiano per trasmetterle ad appassionati ma anche a studiosi e alle generazioni più giovani. Immagino che alcuni di voi possano storcere il naso all’idea di pubblicazioni digitali, ma ormai anche noi dobbiamo fare i conti con i nuovi supporti informatici che, riducendo i costi di stampa e distribuzione, consentono il recupero di materiali diversamente improponibili. Senza contare che in questo formato speriamo di raggiungere un pubblico diverso da quello delle edicole e di lasciare testimonianza di un mondo spesso misconosciuto. Per ora i iFumetti Imperdibili saranno disponibili per iPad, ma non escludiamo di estendere l’iniziativa ad altre piattaforme.

Partiremo con le versioni digitali di collane che già appartengono al nostro catalogo, Il Piccolo Ranger, Blek, Miki, Storia del West, I Protagonisti e altri, ma stiamo già lavorando a numeri unici e serie “imperdibili” che appartengono sia al passato remoto sia a quello più recente.

Abbiamo in lavorazione anche un’app della Guida al Fumetto Italiano, tra pochi mesi dovremmo essere pronti. Non voglio tediarvi con questioni tecniche, ma sappiate che produrre ePub e app non è certo più sbrigativo rispetto alle versioni cartacee, tutt’altro… Comunque, anche riguardo a questi temi vi terremo aggiornati, promesso. Per ora vi dico solo che ci appuntiamo i vostri preziosi suggerimenti sulle serie che vorreste rileggere. Non è da escludere che alcune possano trovare uno spazio in iFumetti Imperdibili.

Bozzetto per la cover de Il Piccolo Ranger n. 6

.

Passiamo ora alle nostre pubblicazioni presenti in edicola. Come molti di voi sapranno, Il Piccolo Ranger diventa mensile dal numero 6 in uscita il 13 novembre.
Contemporaneamente, come già avevo accennato in questo blog, ho deciso di aumentare il prezzo di copertina dei nostri albi per cercare di far quadrare i conti: da 6 euro si passa a 6,90, un aumento non da poco, lo riconosco. Si tratta di un vero e proprio azzardo. Sostenuto dalle vostre richieste e dalla speranza di ottenere un riscontro, ma sempre di azzardo si tratta, lo so.

Nel frattempo abbiamo ristampato i primi due numeri de Il Piccolo Ranger e a breve sarà disponibile anche il numero tre. Chi non fosse riuscito a trovarli in edicola può rivolgersi al nostro ufficio arretrati chiamando lo 02 49533227.

.

.

Il Piccolo Ranger n. 6

.

Molti di voi si sono già complimentati per la nuova collana Capitan Miki, l’integrale a colori, in edicola da ottobre. Ringrazio tutti e spero che questa ennesima avventura raccolga nuovi lettori. La collana, appositamente colorata, propone le strisce della mitica Serie I di Capitan Miki e, per ora, si articola in quattro uscite bimestrali. I risultati ci diranno se è il caso di proseguire e se mettere in cantiere altre iniziative a colori. Noi naturalmente teniamo le dita incrociate.

.

.

Capitan Miki, l’integrale a colori n. 1

.

Gli appassionati di Blek e Mister No potranno trovare i loro eroi regolarmente in edicola. Diversi hanno chiesto se di Mister No pubblicheremo anche gli Speciali. Ebbene sì, abbiamo in programma di proporli in coda alla serie regolare. Per quanto riguarda Blek, proseguiamo la pubblicazione di episodi di produzione jugoslava, per la maggior parte inediti in Italia.

Anche Blek e Mister No hanno subìto un aumento di prezzo, siamo consapevoli che di questi tempi l’impegno può essere gravoso, ma credetemi, alcune scelte, seppur dolorose, sono imprescindibili.

Come al solito contiamo su di voi.

Un caro saluto,

Gianni

La prima tavola di Capitan Miki, l’integrale a colori n. 1

.

.

158 Commenti a “IL PUNTO DELLA SITUAZIONE”

  • p@olo:

    Un bel punto della situazione: sempre utilissimo, Gianni.
    Nonostante l’aumento del prezzo di copertina vedrò di tenere duro: mantenere un patrimonio di Arte popolare così in edicola è un compito che va sostenuto!
    Soprattutto per il “nuovo arrivato” Piccolo Ranger….

    Sul discorso Speciali di Mister No: spero che in coda alla serie vengano riproposti non solo gli Speciali ma a anche i Maxi e tutte quelle storie brevi extra-serie che il personaggio ha avuto negli anni.
    Una riproposta VERAMENTE completa, insomma.
    Ma credo non mi (ci) deluderai 😉

    • Gianni Bono:

      ringrazio p@olo, Placido, Gennaro, Salvatore e tutti gli altri che hanno risposto per l’affetto e l’impegno con cui ci sostenete, queste cose sono di sprone, ve l’assicuro… Appena possibile risponderemo in dettaglio, per ora grazie, e spero di incontrare qualcuno di voi a Lucca!

    • p@olo:

      Grazie a te, Gianni!
      Purtroppo a Lucca ci sono stato solo ieri (quest’anno solo una giornata di Fiera, gli anni scorsi facevo l’abbonamento per tutti i giorni di durata): ho fatto un bel pò di acquisti, almeno 😉

    • Editore:

      Riguardo a Mister No, sì, l’intenzione è quella di riproporre tutta la produzione, o almeno, lo speriamo!

  • Placido:

    Sono ben lieto di pagare 90 centesimi in più, pur di continuare a trovare in edicola le proposte targate IF! Incrociamo le dita, e speriamo che tutto volga per il meglio!
    Un caro saluto

  • Gennaro:

    Grande Gianni, sei il nostro Capitano!

    Non vedo l’ora di poter vedere iFumetti imperdibili sul mio iPad!
    Chissà’ non si possano rivedere i favolosi fumetti del monello e dell’intrepido.
    Mi riferisco a ROLAND Eagle, Junior, etc.etc.

    Di Miki a colori non posso che tessere lodi, ne ho prese due copie!

    Mi sarebbe piaciuto incontrarti a Lucca, ma il lavoro non me lo permette.

    Ti auguro le migliori cose, e soprattutto salute e lunga vita (sei autorizzato a toccarti!).

    • Editore:

      iFumetti Imperdibili sono già acquistabili sull’iBook Store. A breve faremo un post a riguardo, ma intanto sappiate che potete trovare Il Piccolo Ranger, Storia del West, I Protagonisti, Miki, Blek e tre chicche davvero imperdibili: Kit Carson, Isabella e Sadik. Stiamo lavorando a una “seconda ondata”, se le risposte saranno buone, perché no, anche le serie dell’Universo (editore permettendo) potrebbero a pieno titolo rientrare nella collana.

    • p@olo:

      Sadik?? Grandi!!
      Spero di vederlo prima o poi in versione cartacea in edicola…

    • Gianni Bono:

      Anche a noi piacerebbe, vediamo come vanno le cose, magari in print on demand…

  • salvatore granato:

    Gianni, grazie per il tanto atteso e gradito aggiornamento. Sono rimasto veramente entusiasta della riproposizione a colori delle strisce di Miki nella loro versione originale. Mi permetto di formulare due suggerimenti, nella speranza che possano trovare ascolto e spazio nei progetti delle prossime pubblicazioni.
    1 – Riproporre anche per Blek le strice originali a colori, magari pubblicando per ogni albo una sola delle storie jugoslave.
    2 – Pubblicare per le ristampe a colori di Miki anche le copertine originali delle strisce, anteponendole all’inizio dell’episodio o, qualora vi siano esigenze tecniche, riptoducendole in appendice.
    A presto.

    • Gianni Bono:

      Per Blek, attendiamo di vedere i risultati di Miki, lo sapete, un minimo di riscontro è necessario prima di imbarcarsi in certe avventure. Per le cover originali di Miki, vediamo, se sarà possibile le inseriremo.

  • Marco Belardinelli:

    Ottima l’iniziativa sui fumetti digitali.
    Però vi prego, pubblicateli anche per Kindle Fire!

  • andreadel:

    ciao gianni ven trovato
    grazie x il piccolo ranger mensile
    potresti ibdicare i dati dei primi 2 numeri del picolo ranger??
    i dati di vendita intendo avevo capito di almeno 9000 copie di venduto x ognuno de primi 2 numeri

  • aumaldo:

    Chiedo un chiarimento riguardo all’app della Guida al Fumetto Italiano. Non sono pratico nè di Tablet, nè di Smartphone (ma se sarà necessario lo diverrò…) e vorrei, quindi, sapere se la pubblicazione della Guida in questo formato (invece che in quello cartaceo) consentirebbe eventuali continui aggiornamenti relativi a mancanze o ad errori. Grazie.

    • Editore:

      L’app della Guida al Fumetto non sarà interattiva, ma un database in cui effettuare ricerche con la massima comodità e rapidità. Sono previsti aggiornamenti periodici e gratuiti. Attualmente stiamo cercando di recuperare i dati del nostro database da cui è stata tratta la versione cartacea, un lavoro non da poco… Con questa iniziativa, in futuro speriamo di poter correggere errori e integrare i dati mancanti. Stiamo valutando la possibilità di realizzare una pagina Facebook o un sito che consenta l’interscambio diretto dei dati. A questo proposito ci piacerebbe una vostra opinione…

    • p@olo:

      Molto molto interessante.

      Ho già la guida cartacea ma l’opzione del web per questa iniziativa credo sia l’ideale, sia per la ricerca che per gli aggiornamenti 😉

    • Gianni Bono:

      In effetti con le nostre sole forze sarebbe difficile aggiornare la Guida, ma con la vostra collaborazione forse si può fare.

  • piero:

    Grazie Gianni per il passaggio a mensile del Piccolo Ranger e per la pubblicazione futura della ristampa degli speciali di Mister No.
    Un solo appunto: bisognerebbe migliorare ed aggiornare il sito delle Edizioni If. Su Mister No c’è ancora la copertina dell’albo uscito in edicola a settembre ! E ottobre ?
    Comunque, buon lavoro e complimenti. Continuate così ! Certe bandiere del fumetto passato ( Piccolo Ranger, Mark ) e piu’ recente ( Mister No ) non vanno ancora ammainate !

    • Editore:

      Ha ragione, riguardo al sito non sempre siamo tempestivi, spesso le energie sono concentrate nella lavorazione degli albi, il sito viene dopo… Più regolare è invece la nostra newsletter, se già non la riceve, può iscriversi digitando il suo nome e la sua mail nella pagina contatti del nostro sito.

  • Roberto Pedroni:

    Ciao a tutti e soprattuto al mitico Gianni Bono. Una sola domanda: perchè le immagini di Fumetto 150 sono tutte tagliate? Date le dimensioni e il prezzo non potevamo goderci qualche bella riproduzione, stampata bene, leggibile e intera? Un caro saluto. Roberto

    • Gianni Bono:

      Nel realizzare questo volume Matteo e io abbiamo raccolto la sfida, non facile, lanciata tempo fa dall’amico Paolo Gallinari dell’ANAFI che chiedeva “si può scrivere una storia del fumetto italiano?”. Noi ci abbiamo provato, prima di tutto rivolgendoci a un editore forte come Rizzoli che crede molto in quest’opera. Poi abbiamo deciso di raccontare una storia diversa rispetto a quanto fatto sinora. Siamo partiti da chi i fumetti la ha fatti o li fa, rivolgendoci a chi i fumetti li legge ma anche a chi non li conosce. La scelta grafica intende incuriosire, scatenare emozioni. Emozioni di chi quei periodi li ha vissuti, ma anche di chi ancora non c’era, o non era interessato, e che ora potrebbe appassionarsi. Volevamo rievocare la suggestione, la qualità grafica, le cromie, la tipografia, la carta, insomma, il “sapore” delle varie epoche. Non posso essere certo di esserci riusciti, ma posso assicurarti che ci abbiamo lavorato per dei mesi. Tutto ciò si riferisce ai 10 capitoli storici, mentre le gallery e le schede degli autori riproducono immagini complete: un repertorio non indifferente, crediamo.

  • salve,
    è la prima volta ke vi scrivo,e nn sapendo delle uscite del piccolo ranger,blek e miki,pensavo ad uno scherzo. Veramente Bonelli vi ha ceduto queste testate_? vorrei comprarli ma essendo disoccupato aspetterò tempi migliori.
    Cordiali saluti e tantissimi auguri.
    fabryfb

    • Editore:

      Certe iniziative editoriali hanno senso solo per strutture piccole come la nostra, che ha costi fissi inferiori rispetto a quelli di colossi come la Sergio Bonelli Editore, peraltro impegnata in ben altre operazioni. Miki e Blek appartengono al catalogo Dardo, e per realizzarli lavoriamo in collaborazione con Giuseppe Casarotti.
      In bocca a lupo per la sua situazione professionale!

  • Tonino:

    beh, una cosa è ritoccare il prezzo di copertina, una cosa è aumentarlo di quasi 1 euro…poi dico su MISTER NO anche tu, caro Gianni, hai affermato che vende bene, che motivo c’è di andare ad aumentare in modo così spropositato anche là?
    dici che sia un azzardo?
    certo che lo è!
    personalmente, avendo tutta la serie Bonelli, compravo la ristampa per affetto verso il personaggio, così come ho fatto per MARK, NICK RAIDER e STORIA DEL WEST, ma se aumenti in questo modo il prezzo di copertina, è chiaro che non posso più essere dei tuoi e se devo tagliare, taglio le ristampe di Edizioni If

    • Gianni Bono:

      È usuale politica editoriale ritoccare i prezzi di copertina degli interi cataloghi, sia per ragioni amministrative, sia perché sarebbe sgradevole penalizzare certi lettori rispetto ad altri. Inoltre, da che mondo e mondo, le testate forti “proteggono” quelle più deboli. Ognuno deve fare i conti con il proprio portafogli, lo so, quindi mi spiace se non sarai più dei nostri, posso solo dirti che noi stiamo cercando in tutti i modi (e gli ePub de iFumetti Imperdibili ne sono un’altra prova) di tenere vivi certi fumetti, in edicola e ora anche in rete.

  • Angelo:

    Compro il Piccolo Ranger pur avendo già la serie Bonelli, per puro affetto. I 90 centesimi sono una roba irrisoria spalmati in un mese. Anche se la aumentavi di 2 euro sarebbe stato un sacrificio più che sostenibile pur di continuare a vedere Kit in edicola… Mi auguro la riproposta di vecchi personaggi, però nel tradizionale cartaceo… I vecchi personaggi sono per i vecchi lettori, quelli all’antica che li vogliono di carta, non su diavolerie moderne…

    • Editore:

      Se le “diavolerie moderne” ci daranno ragione, avremo più possibilità di investire anche sul cartaceo. Grazie per il sostegno!

  • andreadel:

    buongiorno a tutti io vorrei diffendere la scelta del signor gianni bono a pèropositi dell’aumento di prezzo del piccolo ranger
    non dimentichiamoci che i primi 230 num dellla collana cowboy avevano 128 pagine pertantyo già il prezzo di 6 euro adesso era di molto inferiore rispetto a mister nò che conta a malepena 210 pagine a uscita ertanto anche aumentando a quasi un euro il piccolo ranger ioritengo che il sig bono non faccia nulla di male x il piccolo ranger ma anzi lo stia portando ancora a un prezzo tutto sommato ragionevole
    cordiali saluti
    ANDREA

  • Simeone:

    Carissimo gianni, non posso fare altro che applaudirti e ringraziarti per tutto cio che stai facendo. Mi augutro solo che il piccolo ranger tu lo possa ristampare per intero. Non sai che gioia per me , quando arriva il 13 del mese. Sono aricontento, anche perche quando usciva nelle edicole, io ero fanciullo e potevo permettermi il solo acquisto di TEX. ti ringrazio per tutto, augurandoti ogni bene possibile. PS, delle tue edizioni compro anche Belk e Miki. Mister no, inceve no. Ho gia l’intera serie, ma aspetto con ansia la pubblicazione degli Special. Grazie ancora ed in bocca al Lupo

  • giancarlo-torino:

    carissimo Gianni..visto che non rispondi dalla tua mail..ti riscrivo ..ho acquistato Miki
    a colore e volevo inviarti alcune considerazioni in proposito..Per un ” inguaribile ” collezionista come sono io ..quando esce un nuovo numero da aggiungere alla sua raccolta e’ sempre cosa gradita !! certo come ti avevo suggerito mi sarebbe piaciuto che la pubblicazione fosse cartonata..con richiami ai personaggi e alle copertine delle principali edizioni..ma di sicuro i costi sarebbero stati altri…comunque provvedero’ io stesso a farli rilegare .
    Riguardo alla pubblicazione i colori sono gradevoli con una tonalita’ tenue e antica che dona ai disegni un fascino del tutto particolare…gli autori erano reduci dalla sospensione del lavoro su Kinowa . dove avevano realizzato dei veri capolavori con copertine fantastiche.. Capitan Miki e’ il loro primo impegno totale per testo e disegni e loro lo disegnano almeno fino alla 5a. serie su tavole di formato piu’ grande di quello che iin A 3 ..che fatica devono essere state per loro ..comunque i disegni in questa dimensione sono ancora piu’ affascinanti.
    Inoltre in queste prime tavole non si riesce a capire chi disegna i personaggi principali ..a differenza che in Kinowa dove si nota chiaramente il tratto di Sinchetto..anche perlando con altri appassionati ..non sono riuscito ad avere delle certezze in proposito.. ..leggendo su libri dedicati agli EsseGesse …Guzzon per Miki dice di avere disegnato a matita e che Sinchetto inchiostrava ..io peraltro sono abbastanza dubbioso al riguardo !!Tornando alla pubblicazione mi auguro che diventi al piu’ presto mensile e che riesca a comprendere tutte le 34 serie EsseGesse..magari con uno spazio interno dedicato ai ” fans ” dove poter scambiare impressioni.in po’ come ha fatto Alessandro Tesauro ..con la sua fanzine dedicata agli EsseGesse

    Scusami se mi sono dilungato ma quando scrivo di EsseGesse non riesco a regolarmi ….fammi sapere un tuo pensiero appena ti e’ possibile e ancora grazie per tutto quello che fai per noi affezionati lettori

    Giancarlo-Torino

    • Gianni Bono:

      Caro Giancarlo, che recensione, grazie! Come tu stesso supponi, l’edizione cartonata sarebbe stata troppo costosa, accontentiamoci… Le tue osservazioni sui disegni sono interessanti e in parte la penso come te. Purtroppo su EsseGesse si è scritto molto, ma con poca professionalità. Non c’è stata vera ricerca. È un vero peccato, perché se queste domande qualcuno se le fosse poste anni fa, avremmo avuto delle risposte certe. Quello che è fuor di dubbio è che il segno di Sinchetto, che nel tempo è maturato, è stato predominante e il cambiamento di stile non è dovuto a un’alternanza di mani (del trio), ma a una crescita professionale di tutti e tre gli autori.

  • Antonio:

    Ciao Gianni!

    Una sola domanda:

    Storia del West proseguirà oltre i 20 numeri previsti?

    Grazie.

    Antonio

    • Stefano V.:

      Più che altro, sta ancora uscendo? A me avrebbe fatto piacere acquistare per esempio i nn.15 e 16, che secondo la mia agenda dovrebbero essere in edicola in questi giorni, e non sono riuscito a trovarli neppure a Bologna (certo non ho potuto battere tutte le edicole…magari qualcuna che ce l’ha c’è.). Avevo acquistato i primi numeri, poi la mia idea era di acquistare i numeri che non avevo in Rodeo, IF, etc….ma così stando le cose credo che dovrò tornare a cercare nei mercatini dell’usato.
      Avere notizie sul sito del Sole 24 Ore è una cosa da hackers, impossibile senza avere l’indirizzo esatto (e io me lo sono perso). Tra questo e la distribuzione erratica, sembra che al Sole 24 Ore dia fastidio che la Storia del West venga acquistata.

    • Gianni Bono:

      Immagino ti riferisca all’edizione che esce con Il Sole 24 Ore. La collana proseguirà, per ora, sino al numero 40.

  • Gianni57:

    Ciao Gianni,
    anche se trovo ottima l’iniziativa del fumettoin digitale ,i o sono affezionato al cartaceo.
    Più volte ti ho proposto l’idea di riproporre personaggi del fumetto nero italiano in una nuova serie ad esso dedicato.
    Pensi che sarà possibile avere la collana di SADIK prossimamente in cartaceo?
    Al limite con spedizioni mirate presso edicole a richiesta? oO come per gli ultimi numeri della Storia del West con edizioni ON DEMAND.
    Gianni 57.

    • p@olo:

      Mi accodo alla richiesta di Gianni57: come ben sai anche io desidero da tempo una riproposta dei “neri minori” e questa operazione potrebbe partire proprio con SADIK!
      Cartaceo e in edicola, ovviamente 😉

    • Gianni Bono:

      Sì, anche noi siamo affezionati al cartaceo. E sì, abbiamo considerato l’opzione Print on demand. Ma abbiamo bisogno di un po’ di tempo per valutarne la fattibilità…

    • p@olo:

      Speriamo, allora!
      Il top sarebbe una collana ad-hoc con copertine inedite che parta proprio da Sadik e poi prosegua magari con Zakimort, Mister-X, Jnfernal e tutti gli altri.
      Nelle mie “ipotesi fantaeditoriali” mi immagino già anche un numero speciale che raccolga i “numeri unici” come Cobrak, Honda, Terror ecc… in un unico albo…. 😀

  • andreadel:

    ragazzi io propporrei a gianni bono una cosa
    visto che il piccolo ranger si protarrà x 125 uscite e sono tantine vorrei proppore al nostro amico gianni
    invece di mettere altri personaggi in appendice
    no appena gli albi del cowboy passeranno da 128 pagine alle classiche 96 di mettere 2 albi e mezzo tenendo cos il num della pagine della testata del piccolo ranger inalterato così magari potrebbe attirare nuovi lettori,poichè già avendo 272 pag e avendo un prezzo ritoccato fino a 6’90 euro è altaamte competitivo e ve o dioce uno che di fumetti ne compera assai molti

  • GIANCARLO:

    Ciao.. e grazie per il tuo intervemto…volevo chiederti ancora ..esiste un museo del fumetto anche a Milano..oltre a quello di Lucca che peraltro non ho ancora visitato ?..e riguardo al mondo EsseGesse ..esistono delle ” news segrete ” su di loro..anche per i collezionisti piu’ appassionati ?..vi sono dei siti dove poter accedere e vedere i 2 musei ?.. fammi sapere appena ti e’ possibile..ed a presto sentirci..Giancarlo

    • Editore:

      Sì a Milano c’è un museo del fumetto, si chiama Wow Spazio Fumetto, il sito si trova qui.
      Il sito del museo di Lucca è invece questo.

    • Gianni Bono:

      Per quanto riguarda lo studio dell’EsseGesse, fino a qualche tempo fa Alessandro Tesauro Editore pubblicava la rivista “Corriere dell’Ontario”. Altre informazioni puoi trovarle nei volumi dedicati al trio pubblicati dall’Editoriale Mercury, qui trovi il suo sito. Girando in rete, poi, non mancano siti e forum di appassionati.

  • nikos:

    Scusa Gianni,è fattibile una ristampa di Isabella in versione cartacea e da edicola?

    • Gianni Bono:

      Attualmente, oltre a proseguire le serie che abbiamo in edicola, stiamo ampliando il catalogo dei fumetti digitali (a breve vi daremo qualche anticipazione sulla nostra pagina Facebook). Lo scopo è quello di creare una sorta di biblioteca digitale, che raccolga alcuni dei migliori fumetti di sempre, per farli conoscere a un pubblico diverso da quello delle edicole. Ma in questo modo possiamo testare anche le reazioni di chi i fumetti li preferisce sulla carta. Il momento per l’edicola non è dei migliori, credetemi, ma se dovessimo ricevere un numero ragionevole di richieste, Isabella, come Sadik e tutti gli altri titoli de iFumetti Imperdibili potrebbero avere un’altra occasione in Print on Demand.

  • Paolo Molinari:

    Caro Gianni, grazie delle news, ma non basta mai!
    E allora, qualche chance (cartacea si intende) per :
    – Kriminal
    – Satanik
    – Phantom di Lee Falk & Sy Barry
    – Zagor! Sì proprio lui: post (prima ^_^) Repubblica ovviamente, in b&n e magari un albo a numero (come Miki Integrale appena uscito ad esempio…) in modo da riavere tutte le cover…
    Un caro abbraccio e avanti così!

  • giancarlo-torino:

    ciao Gianni..certo per i 3 Torinesi ..” Il corriere dell’Ontario ” …Mercury..Milone..Iozzino.. e modestamente il sottoscritto…io mi riferivo al fatto nei 2 musei ..quelli di Lucca che praticamente hai ideato Tu e Milano non avendoli ancora visti..ci sono delle
    vere chicche segrete riguardo la produzione ESSEGESSE .? .e tu che sei uno dei piu’ grandi collezionisti e storici del fumetto hai delle rarita’ su di loro. ? sempre se puoi farcele sapere..grazie .Giancarlo

    • Gianni Bono:

      Le chicche e le rarità non mancano mai nel mondo del fumetto. Il problema è trovare lo spazio e il tempo per divulgarle e per il confronto. Il volume Fumetto! 150 anni di storie italiane è un primo passo verso la scoperta di tanti segreti e fatti poco noti. Stiamo lavorando per proseguire questa ricerca, con ogni probabilità in rete, in modo da raggiungere il maggior numero di persone possibile e di consentire lo scambio di informazioni con studiosi e appassionati. Stiamo ragionando intorno a un progetto importante con alcuni operatori del settore, i primi mesi dell’anno venturo vi farò sapere!

  • Alessandro:

    Ciao Gianni e intanto grazie per le tue corpose news, ci volevano proprio!
    Riguardo il ritocco del prezzo di copertina è sì un azzardo, ma spero che porti il ritorno sperato per farvi continuare nel vostro egregio lavoro..
    Ti chiedo solamente se sono previste, o avete anche solo in mente, la ri-edizione di Mark e magari la tanto richiesta edizione “definitiva” di Ken Parker.. immagino invece che per Martin Mystere (nel web non si contanto nemmeno le iniziative per ottenere una ristampa) credo ci siano delle difficoltà “logistiche” diverse essendo una collana ancora in corso..

    • Gianni Bono:

      Sono tre personaggi da noi molto amati e faremo di tutto per portarli (o riportarli) nel nostro catalogo…

  • Paolo:

    E’ possibile una ristampa di Martin Mystere e di Ken Parker

    • Gianni Bono:

      Paolo e Simeone, in questo momento stiamo trattando molti diritti e valutando le varie possibilità. Certo, come vi ho più volte detto, il momento non è dei migliori e quindi alcuni progetti sono stati accantonati per le riduzioni delle vendite. Inoltre la decisione intorno a certe iniziative non spetta solo a noi…

  • simeone:

    caro gianni, rieccomi a scriverti. Volevo dire questo: sperando in una tua riedizione, definitiva di Ken Parker, ti sarei eternamente grato, se è nelle tue corde, la ristampa di JUDAS, GIL, JESUS della Geis , Coyote e Lupo Bianco della Geis. Fumetti che ahime, ero ragazzino e non potevo comprare, essendo io gia lettore all’epoca di Tex e Zagor. Penso che faresti davvero cosa gradita a tanti come me che vorrebbero rivivere anche solo con la fantasia, la loro giovinezza. Augurandoti solo cose belle, ti ringrazio di aver riporato in edicola il PR, che adoro, e sperando che tu lo possa ristampare per intero, ti chiedo: che fine ha fatto il progetto da te accennato diversi mesi fa, di riportare in edicola STORIA DEL WEST presenta? Grazie e un grande abbraccio a te e tutto il tuo Staff.

  • Annunziato:

    Caro Gianni,

    l’unica cosa che volevo chiederLe riguarda l’app sulla Guida al Fumetto. Quando sarà pronta?

    Cordiali saluti,
    Annunziato.

    PS: … e non si preoccupi per l’aumento di prezzo del Ranger, io lo comprerei anche se costasse dieci euro!

    • Editore:

      Se tutto va bene, l’app della Guida sarà pronta prima di Natale! Sarà una prima, parziale versione del tutto gratuita, con un indice di tutte le testate censite (oltre 7000) e circa 1000 schede complete. Da ogni schermata sarà possibile inviarci direttamente una mail per segnalazioni di errori o aggiornamenti dei contenuti…

  • claudio:

    Sarebbe possibile ripubblicare il meraviglioso Uomo Mascherato (mi piace ancora chiamarlo così) di Sy Barry?

    • Editore:

      L’Uomo Mascherato… ciclicamente lo prendiamo in considerazione! Ma è una serie “rischiosa”, inoltre c’è il problema del formato. In ogni caso non abbandoniamo le speranze.

  • Massimo B.:

    Buonasera,
    ho parecchi info e testate che non sono state inserite nelle precedenti guide .
    Possiamo scambiarci un email per la lista ?

    Grazie,
    Massimo

  • Bucci Narciso:

    Salve . Vorrei sapere, se possibile, come sono andate le vendite del primo numero dell’ integrale a colori di Capitan Miki. Grazie.

  • simeone:

    stamattina mi sono svegliato di buon ora. che dire? mi sono fiondato in edicola e mi sono accaparrato la mia copia del PR n. 7- No stavo nella pelle. Grazie Gianni continua cosi
    Il tuo fan piu accanito ti ringrazia e ti augura lunga vita

  • Luca:

    Ristampate IL PICCOLO SCERIFFO, vi pregoooooooooo!!!
    Ma in edicola, non nel modermo ma freddissimo sistema digitale….. sob….

    Buone Feste a tutti voi!

    • Gianni Bono:

      Ciao Luca, altri come te ci hanno chiesto Il Piccolo Sceriffo, se il numero delle richieste dovesse diventare significativo, potremmo anche provarci!

    • Luca:

      Bene! Allora richiedetelo in tantiiiii!
      Mi raccomando!!!!!
      😉

  • giancarlo Sacco:

    Ciao..Gianni..questa mattina a Torino ho acquistato il secondo numero di Miki a colori..che dire tutto OK .. ti rinnovo solo il desiderio di averlo al piu’ presto mensile..sempre che da parte della If cia sia la reale intenzione di proseguirlo al completamento delle storie EsseGesse !!! riguardo alle ” tue memorie segrete riguardo la produzione dei 3 miei conterranei ” hai delle cose segrete su di loro che possiedi e che ovviamente puoi farci sapere ? ancora o fatti sentire appena ti e’ possibile
    Giancarlo..

    • Gianni Bono:

      Per Miki vedremo non appena avremo le rese della prima uscita. Quanto ai “segreti”, stiamo pensando di proseguire la collana Quaderni d’Autori, probabilmente in digitale. Potrebbe esserci anche un saggio dedicato all’EsseGesse, mi piacerebbe…

  • Antonino:

    Ho appena acquistato il secondo numero dell’integrale di Miki a colori e mi è sembrato ancora più bello del primo numero. Coraggio!! Andate avanti fino a completare tutte le serie della esseGesse, magari facendolo diventare mensile e nell’attesa che decidiate di pubblicare la ristampa a colori anche delle avventure di Blek della esseGesse. Un cordiale saluto.
    Antonino

  • Placido:

    Gentile Gianni, Gentile Editore, grazie per portare ogni mese in edicola il Piccolo Ranger, è sempre una gioia acquistarlo! Mi domandavo, con l’avvicinarsi della conclusione della serie di Rocky Star, con cosa avete intenzione di proseguire?
    Mi piacerebbe la serie Ray Fox, sempre della coppia Lavezzolo-Gamba..fatemi sapere, sono, e non credo solo io, molot curioso!
    Colgo l’occasione per auguare a tutti delle serene vacanze natalizie.
    Placido

    • Gianni Bono:

      Ciao Placido, in verità Rocky Star prosegue sino al numero 24. In effetti Ray Fox potrebbe essere una buona idea, ci riaggiorniamo più avanti!

    • Placido:

      Oooops, chiedo venia! Chissà perché, ma mi ricordavo che la serie di Rocky Star fosse composta da dodici, quindi numeri!!
      Comunque mi fa piacere che prendiate in considerazione la possibilità di pubblicare Ray Fox!
      Ancora un ringraziamento a tutto lo staff della IF, CONTINUATE COSì!

    • Editore:

      Certo che ne terremo conto, il suggerimento è ottimo! Ne riparleremo più avanti!

  • giancarlo Sacco:

    Scausami Gianni ..mi ero dimenticato di chiederti del tuo ultimo lavoro …sulla storia del fumetto..ci sono capitoli dedicati ai personaggi della EsseGesse ?
    fammi sapere appena ti e’ possibile..un caro saluto Giancarlo

  • Paolo Molinari:

    Gianni, ancora su Zagor: nel caso ovviamente voleste approntare una vostra ristampa, dato che si vocifera di una prossima chiusura della collezione a colori by Repubblica, potrebbe essere commericlamente un’idea valida, ancorchè ‘anomala’ per il vostro spirito, cominciare non di nuovo dall’1 ma dal punto in cui s interrompe appunto Repubblica… Che ne pensi? Secondo me tutti i lettori delusi si fionderebbero sulla vostra serie, mentre ripartire da 1 potrebbe essere poco redditizio visto che c’è appena stata…

    • Editore:

      Per quel che ne sappiamo noi, la serie di Repubblica va, giustamente, a gonfie vele: è un ottima proposta. Per il momento ogni ragionamento è prematuro, ma è certo che Zagor sta nei nostri cuori!

    • Alessandro:

      Spero anche io in una continuazione di Zagor da dove sarà interrotta da Repubblica (é assurdo chiudere una testata settimanale con un venduto di 20000 copie circa per numero). Si parla del numero 71, contenente Magia senza tempo (il 184 della serie regolare). Spero anche in Gil, Judas, Martin Mystere. Non capisco invece perchè inserire la collezione a colori di Miki in una precedente serie, continuandone la numerazione. La stessa cosa fatta per Falco Bianco. Non avendo i vecchi numeri non ho potuto acquistare, per questo motivo, le due serie…

    • Gianni Bono:

      Eccomi, al solito perdonate la lunga assenza, ora cerco di rispondere a tutti. Per quanto riguarda Zagor, ci stiamo pensando, naturalmente ci piacerebbe molto, ma poiché l’investimento sarebbe importante, dobbiamo verificare che l’operazione sia alla nostra portata. Per Jil, Giudas e Martin Mystere, per il momento non sono nei nostri piani. Proseguire la numerazione di una collana ha ragioni amministrative e di distribuzione: la nuova serie va direttamente dove era stata acquistata la vecchia…

  • Antonino:

    Caro Gianni, torno a scrivere questa volta solo per una curiosità di ordine tecnico, relativamente alla ristampa integrale a colori di Miki (il mio vivo apprezzamento per questa vostra iniziativa editoriale l’ho già espresso in precedenza ed è inutile ripeterlo). Desideravo soltanto sapere se, per la ristampa a colori, utilizzate le tavole originali della esseGesse (già da voi utilizzate e restaurate in occasione del n. 47 di Miki, che ha ristampato la storia di “Magic Face”) o se, per caso, utilizzate la ristampa anastatica delle strisce originali di Miki pubblicata alcuni anni fa dalla Dardo (e poi completata dalle Edizioni If). La mia curisoità deriva dal fatto che, la ristampa anastatica di Miki della Dardo (che io a suo tempo ho acquistato) a partire dalla terza serie non sempre era qualitativamente ottimale (evidentemente per il cattivo stato delle strisce originali), il che (e sempre che alla fine decidiate, come tanti di noi sperano, di ristampare tutte quante le serie) potrebbe influire negativamente soprattutto sulla colorazione degli albi. In attesa di una cortese risposta, invio i miei più cordiali saluti e tanti auguri di buon Natale.
    Antonino

    • Editore:

      Per Miki a colori partiamo dalle strisce, perlopiù le anastatiche che citi, ma spesso le integriamo con scansioni delle strisce originali, quando la qualità è troppo bassa o il tratto bruciato. In ogni caso, il restauro digitale è parecchio impegnativo…

  • piero:

    Auguri di Buone Feste a te, Gianni, alla tua redazione ed a tutti gli appassionati di fumetti !

  • domenico:

    Gentile Gianni Bono, le chiedo se, causa la sospensione di Alan Mistero a soli 12 episodi dalla fine delle storie pubblicate a suo tempo su collana araldo dal numero 79
    al 99 e dal numero 101 L 104 al numero 104 non si possono realizzare 4 numeri
    di Mark Bis da vendere anche con la formula Print On Demand? iN FONDO
    BASTEREBBERO 4 ALBI, MAGARI VENDIBILI ANCHE A 50 EURO SPESE COMPRESE.
    Non credo gli eredi possano mettere ostacoli per portare a termine almeno il
    ciclo delle avventure “italiane” di Alan Mistero

    Per il resto attendo con impazianza la riproposta integrale in un unico albo
    di Redk Buck di Tarquinio.

    E’ vero che riprenderà le pubblicazioni la collana Storia del West presenta?
    Se si avete pensato come ideale rilancio della collana la riproposta in un
    unico tomo dei primi tre episodi di SdW così come furono pubblicati sulla
    collana Rodeo )ovvero ognuno dei 3 albi era costituito da 4 episodi di 24
    pagine l’uno).?

    E a proposito di Tarquinio, perché non pubblicare nella prossima eventuale
    ripresa di Storia del West presenta, le 3 serie pubblicate negli anni ottanta
    sul giornalino e mai raccolte in albo, queli
    -TRA DUE BANDIERE
    -NUOVE FRONTIERE
    -LEO BATTAGLIA
    le prime due sono western, sembra di ripecorrere ancora la mitica Storia del
    West, la terza è ambientata ai tempi del Risorgimento Italiano, il tutto per un
    totale di poco più di 500 pagine

    Ringrazio per la sua pronta risposta

    Domenico

    • Editore:

      Purtroppo per quanto riguarda Alan Mistero, i diritti sono bloccati, così come tutto il materiale EsseGesse, noi non possiamo farci nulla. Per Storia del West ci stiamo pensando, nel frattempo stiamo realizzando la collana con il Sole 24 Ore, magari se tutto va bene e si giunge a conclusione, si può anche pensare di proseguire con loro…

  • Paolo:

    Mi piacerebbe una bella ristampa integrale di Zagor, sono sicuro che Sarebbe una collana molto seguita

  • giancarlo:

    Ciao Gianni…volevo chiederti..nel 2003 a Reggio Emilia ricordo che avevi dei ” demo” riguardo i volumi a colori di Blek e Miki nel formato ” A 4 ” .che avrebbero dovuto riprendere la sequenza dei primi 2 della Editoriale Europa editi nel formato ” A 5 ” .In seguito ha i proseguito anche tu come loro nel formato minore ..hai ancora i volumi rilegati e nel caso e’ possibile acquistarli ?,,fammi sapere appena ti e’ possibile

  • piero:

    Caro Gianni, ho acquistato il secondo numero di Miki a colori. Davvero bello ! Purtroppo mi sono perso il primo ma acquistero’ l’arretrato. Ci sono novità sul proseguio della pubblicazione ? Spero siano positive….

    • Editore:

      Ancora non abbiamo i dati definitivi sulla vendita del numero 1, con i bimestrali è così… Come promesso, per ora stiamo lavorando sino al numero 4, saremmo contenti di proseguire, ma deve avere senso…

  • Tiziano:

    Carissimo Gianni,so che hai già affrontato questo tema,ma sai com’è,noi Zagoriani doc siamo stati colpiti duramente quando Repubblica ha deciso di chiudere Zagor a colori nonostante le quasi 25.000 copie a settimana,quindi una media di quasi 100.000 copie al mese che in tempi di crisi sono molto buone,a questo punto l’unica speranza cade su Edizione If che ho visto e stò prendendo le ottime ristampe di Mister no e Piccolo Ranger,sono davvero molto buone di ottima fattura e se un giorno(spero presto)deciderete di proseguire con una ristampa di Zagor,pensavamo che potresti continuare da dove Repubblica smette per recuperare così tutti quei numeri che non sono mai stati ristampati fino ad ora,ovvero dal 183 al 450 sono esauriti da tantissimo tempo e introvabili,magari adottare un formula fac simile a quello di Repubblica,cioè sempre a colori e con 2-3 albi insieme,magari cambiando leggermente la modalità di uscita che potrebbe essere ogni 15-20 giorni ad esempio e con un prezzo di circa 10 euro ad albo sarebbe un giusto compromesso tra qualità e prezzo,queste sono solo nostre idee,ma qualunque soluzione adotti per noi sarà sempre un’ottima idea perchè Zagor lo amiamo più di qualsiasi cosa al mondo,grazie,ciao!

    • Gianni Bono:

      Sì, come abbiamo detto anche su facebook, ci stiamo pensando, non appena avremo preso una decisione, ve lo faremo sapere qui e là. Per quanto riguarda il prezzo, dobbiamo trovare il giusto punto di equilibrio che consenta anche al pubblico generico, e non solo allo zoccolo duro, di rimanere tra i lettori della collana. Purtroppo di questi tempi per molti 1 o 2 euro fanno la differenza…

  • Gianni57:

    Ciao Gianni,
    Ci sono novità su una prossima nuova serie di albi dedicati al ” fumetto nero italiano” che partendo da SADIK continui con altri personaggi di quel “magico periodo editoriale?
    Buon lavoro!!!

    • Gianni Bono:

      Alcune esperienze passate ci dicono che quello dei fumetti neri non è un ambito semplice. Purtroppo quello che appassiona noi “ragazzi di allora”, oggi è percepito come decisamente superato se non offensivo. I problemi legati al politilly scorrect potrebbero essere tanti. Per ora abbiamo proposto in digitale il primo numero di Sadik, ci riserviamo in futuro di estendere la proposta digitale o di valutare delle edizioni da libreria. Oggi c’è in edicola Il Morto, collana simile ai “nostri” neri, ma modernizzata. Un interessante esperimento…

  • Peppino:

    SAREBBE BELLISSIMO SE, CHIUSA ZAGOR LA REPUBBLICA CON IL N. 71, CONTINUI POI EDIZIONI IF CON IL N. 72 ANCHE QUINDICINALE O MENSILE!!!
    VAI GIANNI!!!

  • Stefano V.:

    A proposito dei diritti di Alan Mistero, Comandante Mark etc. bloccati: scusate se non essendo del mestiere faccio una domanda sciocca. Ma che senso ha, da parte degli aventi diritto, non lasciare i diritti a Edizioni If e poi non farci assolutamente null’altro? Capirei se fossero stati ceduti a un altro editore, ma io non sto vedendo tutte queste edizioni di Alan e Mark in edicola…

    • Gianni Bono:

      Francamente è una cosa che non capisco nemmeno io, ma non voglio giudicare le scelte altrui…

  • giancarlo:

    Ciao..Gianni..scusami ancora..mi fai sapere su quei volumi di Blek e Miki in formato A4 ..del 2003 !!!

    • Gianni Bono:

      Perdona il ritardo con cui ti rispondo, ma si trattava di un progetto mai andato in porto. Quello a cui ti riferisci era un campione unico che non avuto seguito…

  • ANDREADEL:

    gianni non so il perchè,ma ho l’impressione che tu sia un fan di capitan miki(lo vendi anche quando non ti converrebbe 1500 copie non ti danno alcun guadagno dicevi anzi sei sotto senza quasi riuscire a coprire i costi produttivie poi guarda caso lanci il to primo fumetto a colori guarda caso proprio miki
    gianni va be la tua passione x il ranger del nevada ma tu stesso dici che un tuo fumetto sotto le 3000 copie non può durre in edicola anche con tèe 1500 copie guarda caso sono proprio la metà di 3000

    • Editore:

      Facciamo così, appena riesco scriverò un post su tirature, distribuzione e venduto, così ci capiremo meglio!

  • Davide:

    Ciao Gianni, sono un collezionista di fumetti quarantenne che ti scrive per lodare iniziative editoriali come le tue che consentono ad un patrimonio fumettistico e culturale come quello italiano di non sparire. Ho acquistato integralmente la ristampa di Mark a suo tempo, procedo con Mister No e, pur avendo già la collezione semicompleta, sto sostenendo anche il Piccolo Ranger che, finalmente, grazie a Voi si riaffaccia alle edicole dopo decenni. Ottima e accattivante veste grafica anche se vengono sacrificate le splendide cover di Donat…
    Il mio vero sogno segreto, in realtà, rimane quello di vedere ristampati integralmente e in maniera anastatica (o quasi) i neri degli anni ’60 e qualcuna delle testate più significative della Edifumetto e della Ediperiodici: mi riferisco a “Kriminal” e “Satanik” in particolare per i primi e al “Vampiro”, “Oltretomba” per le seconde .
    C’è una qualche remota speranza prima che la vecchiaia mi impedisca di recarmi in edicola?
    Grazie e avanti così a tutto vapore!

    • Editore:

      Grazie per i complimenti! Per quanto riguarda Kriminal e Satanik, sono due mitiche serie di un editore che è ben attivo e periodicamente dà vita a iniziative legate ai due character…
      Per le altre serie che citi, l’edicola è davvero difficile, ecco perché stiamo facendo alcune proposte in digitale. Per ora Sadik, Isabella, Il Lando, Zora. Stiamo già lavorando anche a Vartan. E abbiamo in lavorazione altri pezzi da novanta…

  • Davide:

    Da leccarsi i baffi… Avere “Il vampiro” (e magari anche “Zora e “Lucifera”) in gdigitale non è come maneggiare una copia in cartaceo ma… avercene!!!!!

    Grazie Gianni.

  • ANDREADEL:

    sadik lo comprerei pure io ma solo in una collana tutta sua

  • GIANCARLO:

    Rispondendo all’amico..” Andeadel” riguardo secondo lui alla limitata tiratura .. peraltro da verificare del Capitan Miki a colori. e sul fatto che Tu GIANNI possa essere ” FANS del personaggio…oltre che suo che Editore per rispondere al amico”….Sono stato all’altima fiera di Reggio a dicembre in compagnia di mio figlio che me lo aveva promesso da tempo e al quale ogni tanto faccio vedere disegni e curiosita’ del mondo ” essegesse”…cercando di fargli notare il diverso stile grafixo dei 3 autori….ebbene al termine di ogni fila di espositori non mancava di farmi notare con piacevole stupore la presenza massiccia di materiale riguardante Blek-Miki-Kinowa-ed in parte minore di Mark-Alan Mistero..con fumetti e rarissime tavole dai prezzi quasi inarrivabili anche per tasche discretamente fornite..alle quali anch’io purtroppo dovevo arrendermi il piu’delle volte..come davanti favoloso disegno di Sinchetto per un interno della rivista Ranch !..Ebbene ancora una volta ho avuto la conferma che nonostante il trascorrere inesorabile del tempo–i cultori.-amanti- semplici appassionati della ” esseGesse ” esistono ancora. e non solo in Italia,,.magari nascosti come carbonari dell’ 800 ,ma ancora ben presenti e soprattutto io ribadisco”ESIGENTI nel ricercare un disegno ed uno stile sempre raffinato _
    Per questi appassionati l’amico Alessandro Tesauro aveva creato dal 2002 al 2009 una vera associazione denominata amici della EsseGesse..che nel corso degli anni era arrivata a contare ca.70 soci..italiani ed anche francesi-svizzeri e tedeschi!
    Adesso e a buona ragione con le tue pubblicazioni..il vero riferimento per tutti gli amanti dei 3 autori torinesi..diventi per forza tu caro amico Gianni..ed io voglio approfittare della tua cortesia attarverso questo forum di chiedere a tutti gli appassionati-collezionisti semplici lettori dell’ultima ora dei personaggi della EsseGesse..di rispondere al mio invito ..scriviamoci..cari amici–scambiandoci impressioni-rarita’ ‘ nascoste – come possone essere le pubblicazioni estere..ed altro… contiamoci.. che alla fine sono sicuro che non riusciremo certo a pareggiare le oltre 500 mila copie settimanali del Blek di meta’ anni ” 50 “, ma riusciremo ancora con la ns. presenza a rendere possibile a Gianni Bono la sopravvivenza in edicola e la creazione di ulteriori novita’ rigaurdo ai nostri amati ” eroi di carta ”

    Torino..15 febbraio 2013 Giancarlo Sacco

  • ANDREADEL:

    RISPONDO ANCHE IO ALL’AMICO GIANCARLO E INSISTO CHE SE METTETE CAPITAN MIKI SULLOSTESO PIANO DI KIT TELLER ALLORA SIAMO DAVVERO MESSI MALE,VA BNE L’AFFETTO X UN PERSONAGGIO CHE HA ANCORA ESTIMATORI CHE POI SIANO MOLTI O POCH NON LO SO MA LO STESSO GIANNI BONO HA AMMESSO CHE AL LIMITE FRA IL PAREGGIO E LE PERDITE STORIA EDITORIALE>(DI TUTTE LE CSE EDITRICI ITALIANE )VUOLE CHE UN FUNETTO QUANDO NAVIGA FRA IO PAREGGIO E LE PERDITE VENGA SOSPESO,INVECE KIT TELLER È BEN AL DI SOPRA DEL PAREGGIO(GIANNI HA DETTO CHE 2000 COPIE SONO LA SOGLIA DEL PAREGGIO E OLTRE SI HA ILGUADAGNO
    PERÒ DEVO AMMETTERE CHE IL BUON GIANNI VUOL FARE CONTENTI TUTTI I FEDELISSIMI E CIÒ VUOLE DIRE CHE IL (RISTRETO NUM DI QUIRENTI DI CAPITAN MIKI È SEMPRE RIMASTO TALE INVECE IL PICCOLO RANGER DAL NM 50 IN SU(QUANDO INIZIERÀ IL CICLO DI CANZIO HA MOLTE POSSIBBILITÀ DI VEDERE LE VENDITE INALZARSI ALMENO QUANTO MISTER NÒ
    CORDIALI SALUTI
    ANFREADEL

  • ANDREADEL:

    VOGLIO AGGIUNGERE INOLTRE(E IN QUESTO CASO IL SIGNOR GIANNI BONO NON HA COLPE)CHE C SONO PARECCHI POSSIBBILI AQUIRENTI INSODDISFATTI POICHÈ LE CIOPIE DI KIT TELLER NON ARRIVANO IN CERTE REGIONE A CIÒ IL SIGNOR GIANCARLO FACCIA UN PO DI CALCOLI E MI DICA CHI È MERITEVOLE SE MIKI O KIT TELLER(SE PARLIAMO DEL GRANDE BLEK SIAMO SU DI UN ALTRO PIANETÀ IN QUANTO C’È ANCORA PARECCHIO MATERIALE INEDITO ESTERO FRA FRANCIA UGOSLAVIA ECC ECC)

    • GIANCARLO:

      Con tutto il rispetto dovuto ad un cultore di fumetti ed in particolare ” del piccolo Ranger ” ti dico quanto segue.. Capitan Miki esce nel 1951 .e .cosa colpisce subito del nuovo personaggio ? innanzitutto io direi la grafica ..il disegno a 6 mani degli autori EsseGesse E’ INEGUAGLAIBILE..basta vedere il loro primo lavoro ..KINOWA.. grafica stupenda ..ogni particolare e’ curatissimo..La tiratura almeno fino al 1955-56 … e’ di oltre 300 mila copie settimanali..poi diminuisce …per l’esplosione del GRANDE BLEK che supera le 500 mila copie..NEL 1958 esce il CLONE minore di Miki.. alias PICCOLO RANGER scitto da Lavezzolo che dopo la rinuncia delle EsseGesse a proseguire KINOWA..ha delle rivalse peraltre anche comprensibili verso gli autori torinesi..e cosi’ con il tratto di Francesco Gamba..decisamente inferiore ” copia ” spudoratamente il Capitan Miki..anche se le vendite ..non possono certamente reggere il confronto con il RANGER del NEVADA !!-dal 1951 ad oggi..in Italia-come in Francia-ex Jugoslavia-Spagna-Finlandia-Norvegia-Danimarca-Grecia-Turchia–e Germania…questo il Capitan Miki immortale…

      825 strisce dal 1951 al 1967–105 raccoltine strisce ..le piu’ rare e costose da collezionare–30 raccoltine serie scudo–70 albi d’oro– 172 albi prateria—26 raccolte prateria le prime 14 con elevatissimi prezzi da collezione ..–454 albi a colori—88 raccolte albi a colore–73 numeri serie alternata o gigante—21 raccolte ..serie gigante–22 numeri collana freccia gigante–38 raccoltine albi a colori parziali—15 raccolte delle medesime–68 numeri di Tutto miki–10 albi giganti– 2 raccolte albi giganti—225 nuove strisce dal 94 al 2000–4 raccoltine parziali delle medesime—55 numeri de il mitico ranger integralmente a colori–7 volumi cartonati fino alla 6a serie quali raccolte dei medesimi.- –53 numeri edizioni IF –3 maxi raccolte edizioni IF –3 nuovi numeri iintegrale a colori ed. IF
      volume a colori del 1975 ….. oltre a svariate edizioni amatoriali…tra cui basilare quelle della ASS. — ed i volumi dedicati da Stefano Mercury
      amici EsseGesse ..Per le edizioni europee.. Francia. con le serie Rodeo Plutos-in formato A4 -….Rodeo.–.Nevada.. oltre 500 copertine in formato albo d’oro..–Paesi scandinavi.. —quasi tutte le copertine strisce….certamente quelle EsseGesse….oltre a pubblicazioni in formato albo d’oro e libro.+.fumetto denominato..Miki Bogernein Danimarca –Spagna–El pequeno heroe–in 120 numeri–e una seconda edizione denominata El Capitan MIKI 72 numeri—Germania serie…Kaptain Miki strisce fino alla 7a. serie—. Wild west .. ca. 50 numeri a striscia –difficile reperibilta’–Texas rangers con ca. 10 copertine dedicate a Miki formato A4—–Turchia..ed ex Jugoslavia–centinaia di copertine inedite e rifacimeti di quelle italiane..!
      Turchia..anche qui difficilissimo collezionare tutte le svariate edizioni di Miki..con copertine in gran parte inedite..Grecia–un po’ meno famoso e pubblicato..comunque anche qui superiamo le 200 copertine….
      A questo punto penso che a Capitan Miki possa essere a buona ragione annoverato fra i primi 5 fumetti del dopoguerra e non solo per le cifre delle sue vendite ..ed io romantico-appassionato-sognatore- e collezionista che avro’ letto e riletto centinaia di volte le sue storie..che possano piacere o meno .abbia il sacrosanto diritto di vedere pubblicato ancora una volta , a COLORI facendo i debiti scongiuri che la collezione possa protrarsi fino alla fine … uno dei suoi personaggi CULT insieme al GRANDE BLEK beninteso —-con il quale ha diviso tante ore
      spensierate della sua gioventu’ e della vita intera !

      -Giancarlo Sacco-Torinese D.O.C.

    • Paolo Molinari:

      @GIANCARLO:
      d’accordissimo con Te sul confronto Miki-Kit a favore del primo, Ti chiedo: gli albi giganti ‘alternati’ (quelli bianchi per intenderci) a Blek che uscirono nei primi ’70 che storie contenevano? Sempre quelle delle strisce anni ’50 o altre?
      Sono state ristampate nei 53 albi IF? Te lo chiedo perchè ho un bellissimo ricordo di quelle storie in particolare e le vorrei recuperare in forma ‘moderna’, cioè in albi nuovi…Grazie Ciao

  • GIANCARLO:

    Risposta a Paolo… La serie ” alternata di Blek ” contiene tutta la produzione EsseGesse oltre ad una parte delle storie di altri autori…quelle mediocri storie dal 1965 al 1967..

    Da segnalare le stupende copertine di Sinchetto prodotte fino al n° 58 oltre ad altre ..modificate poi da Busset che lo sostitui’ nelle medesime.. e i 2 ” poster “..di Blek e Miki sempre realizzati da Sinchetto.. in questa edizione ci fu quindi un riavvicinamento fra gli autori e la casa editrice Dardo dopo la separazione del 1964 !!!

    Secondo il mio parere ..trovo le copertine di Miki piu’ accattivanti di quelle disegnate per Blek ..cosa ne pensi al riguardo..ciao a presto sentirti ..giancarlo

    • Paolo Molinari:

      Grazie! Intendi Miki vero? Io di quelle ti chiedevo, Blek non mi è mai piaciuto granchè… Ricordo che lo comprai dal 1972 in avanti (mi pare che fossero i numeri pari quelli di Miki) e gli albi avevano già la grafica ‘white’ con la scrittona Miki davvero enorme, solo dopo ho scoperto che prima erano diversi… Quindi allora nei primi 53 IF gli albi bianchi ci sono? Ti saluto, non vorrei abusare dell’ospitalità di Gianni!

  • ANDREADEL:

    giancarlo
    IO MI RIFERISCO ALLA QUALITÀ DEI TESTI
    I DISEGNI DELLA ESSE GESSE NON SI DISCUTONO E TANTOMENO IL SUCCESSO,MA X L’AMOR DI DIO IL LINGUAGGIO DI KIT TELLER ERA RIVOLTO SI AD ADOLESCENTI MA ERA ANCHE + CREDIBBILE E BADA CHE LO PENSANO IN TANTI QUELLO CHE T SCRIVO IOSOLO CHE MIKI AVEVA QUEI LETTORI NEGLI ANNI 50 IT TELLER INVECE HA VENDUTO FIN AL 1985 PUR CON ALTI EBASSI UN MOTIVO CI DOVRÀ PUR ESSERE

    • GIANCARLO:

      Se non ricordo male ..nel ” piccolo ranger ” vi erano piu’ comprimari rispetto a Miki..ma alcuni anche qui ben poco credibili ,,come Franky Bellevan..ranger dai super mustacchi..o il cuoco cinese ..o altri come ” mamie-” e la fidanzatina di Kit..anche alcune esclamazioni dei personaggi risultano anche qui assai opinabili…
      Ripeto e’ l’insieme che non convinceva al di la’ dei disegni di qualita’ inferiore..bisogna anche dire che si era nel 58.60 ed i gusti dei lettori di fumetti stavano mutando…

      Comunque per Miki io direi che le storie sono state godibili ed accattivanti fino al1961-62 poi si con la scomparsa dell’Editore Casarotti si e’ verificato da parte dei 3 autori EssseGeesse un certo appiattimento nelle storie..rimane comunque il fatto che sono poi le cifre delle vendite e la durate del personaggio che danno l’esatto valore del successo un po’ come tutte le altre attivita’ della vita..che so come per la canzone i i successi di Battisti -Mogol

      e qui mi ripeto..penso che i personaggi del fumetto diventati ” cult” dal 1950 ad oggi riferendomi puramente alle vendite..ed alle riedizioni del personaggio siano..Blek.Miki.Tex-Diabolik-….Zagor per la simpatia un poco bohemienne del personaggio e negli anni 80 ..Dylan Dog….ciao a presto..Giancarlo

  • ANDREADEL:

    per giancarlo
    ti faccio cortesemente notare che il frankie belllevan di levezzolo lasciando perdere i baffi è quasi sicuramente preso come esempio i vecchietti di howrd haks nei film di john waine come un dollaro d’onore,io non discuto capitan miki come fumetto,bada bene,ma da quì a parlare del piccolo ranger come di una scopiazzatura ce ne passa diciamo che si assomigliano molto e che potrebbero essere nati nsiemecome accdeva in quegli anni e pure mettiamo atto che lavezzolo abbia preso spnto dall’idea di miki,a la storia e diversissima c’è solo claretta che somiglia alla ragzza di miki e il resto’?andiamo giancaro non mi paragonare come testi miki a kit teller a partire dai comprimari,e poi sei proprio sicuro che l’idea d base non fosse proprio della esse gesse e se la avessero ideata insieme a lavezzolo e oi si sono presi il merito loro’?
    il piccolo sceriffo il piccolo indiano ecc ecc soggetti nati prima di miki solo che pubblicati dopo magari prima si temeva che facessero fiasco ma andiamo genteapriamo gli occhi e guardiamo bene chi è durato di +

    • Editore:

      Per Giancarlo, Andreadel e Paolo: siamo contenti che gli appassionati si confrontino tra loro, anche approfittando di questo spazio. L’importante però, è che non litighiate! Riguardo alla vostra discussione, noi pensiamo che non si possa fare una classifica delle serie, soprattutto quando si parla di fumetti del passato, la valutazione è molto legata al proprio vissuto e ai propri ricordi. Noi i fumetti li amiamo tutti e cerchiamo di accontentare più pubblico possibile!

  • Luigi:

    salve gianni,al di la’degli oramai scontati complimenti per aver riproposto il fumetto con il quale sono cresciuto e cioè il mitico piccolo ranger,avevo piu’ che altro una curiosita’ insoddisfatta;magari in passato ne avrete pure parlato in questo blog ma l’ho scoperto adesso e chiedo venia…perchè non riproporre in prima di copertina l’originale dei primi due volumi che compongono l’albo come splendidamente fatto in quarta?problemi di marketing?proprio non lo capisco…la ritengo unica pecca per una edizione che per il resto è perfetta…saluti Luigi

    • Editore:

      Ciao Luigi, benvenuto tra noi. In effetti di questa scelta si è parlato molto quando abbiamo iniziato la ristampa, e Andreadel ti ha già risposto in modo perfetto. Aggiungiamo che, man mano che i numeri raggiungono l’edicola, anche molti “puristi” hanno imparato ad apprezzare l’egregio lavoro di Rotundo. Presentarsi oggi in edicola con le pur splendide cover di Donatelli, sarebbe stato un enorme rischio. Abbiamo preferito che le copertine parlassero una lingua più attuale e che rispecchiassero anche i contenuti della serie, che ci pare un aspetto importante. Rotundo è bravissimo nell’interpretare lo spirito originario, rendendolo comprensibile anche per un eventuale giovane lettore. Nella versione digitale, invece, realizziamo gli albi esattamente come erano, uno alla volto e con le quattro pagine di copertina identiche agli originali.

  • ANDREADEL:

    luigi ti rispondo io
    il sig gianni bono oltre che ritenere le copertione di donatelli indatte x una ristampa come la if(in + sono copertine splendide ma inadatte)le cover di rotundo (a differenza di quelle di donatelli)ti danno di senso della astoria che contiene invece le altre pur bellissime non avevan mai fatto vedere o quasi mai i protagonisti e l pubblico di oggi vuo,e copertine tradizionali col protagonista inquadrato

  • ANDREADEL:

    psss x risp a LUIGI E GIANCARLO
    andatevi a leggere roky star che sta in appendice alla ristampa if del piccol ranger e poi parlate di fumetti clonati e vi accorgerete che roky star era sssolutamnete identico come fisionomia a tex willer e pure lui è nato parecchio dopo il ben famoso tex,perciò prima di infangare un galantuomo come lavezzolo o gamba imparate a capre che la moda degli eroi bambini era nata ben negli anni 40 e pure in francia e negl stati uniti spero che adesso non vi inventerete altre fesserie a proposito della presunta somiglianza fra mi miki e kit teller a dimenticavo roky star aveva pure il cravattino nero alla tex e pure gli stivali uguali e tirava certe sventole che smigliavano chiassà a quelle di un certo ranger

    • giancarlo:

      Per chiuderla qui..ripeto quello che ho gia’ scritto in precedenza ..che e’ poi quello che hanno scritto molti critici del settore… il Piccolo Ranger 1958 e’ certamente un ” clone ” seppure minore del Capitan Miki 1951..

      Riguardo ai fumetti ” cult dal “dopoguerra ad oggi come in tutte le altre cose ..io credo che per il Vero unico Ranger ..che e’ Miki ..contino le copie vendute e la risonanza europea in oltre 60 anni di edicola… come per TEX-IL GRANDE BLEK–DIABOLIK-ZAGOR E nell’ultimo trentennio credo anche se lo conosco poco DYLAN DOG !

      iL MITO di un personaggio di un qualsiasi settore ..credimi lo fanno i numeri.
      ..cosi’ era anche per me ..quando ero assistente edile e l’impresa in cui lavoravo era felice quando si vendevano piu’ alloggi rispetto a quelli della concorrenza..! e laImpresa era la piu’ nominata di Torino

      Speriamo ccomunque che sia i personaggi che io amo ..in particolari quelli della EsseGesse ed anche Il Piccolo Ranger..grazie ad un grande editore come Gianni Bono..possano continuare ad esistere in edicola ancora per molto tempo..

      Saluti..Giancarlo

  • ANDREADEL:

    è inute le discutere co tè giancarlo i cloni all’epoca erano alll’ordine de giorno e capitan miky al di fuori della fidanzata bionda non ha niente a che spartire con kit teller neanche coi comprimari e i nomici storici ora è veramente tutto questo argomento capitan miki VS piccolo ranger doveva essere di poche righe e invece va avanti x uno che loritiene chissacchè

    • Editore:

      ok ragazzi, direi che la vostra l’avete detta e anche chiara. Ognuno ha la sua idea, come è giusto che sia, la cosa più importante, però, è condividere una passione. :-)

  • Luca:

    Ciao Gianni.
    Hai qualche “indiscrezione” riguardo la collezione storica Storia del West allegata al Sole24Ore? Arriveranno al completamento dei 75 volumi?? Proseguiranno con la riedizione de I Protagonisti???
    Dammi buone nuove ti prego!!
    😉

  • Luca:

    Grazie mille, sono speranzoso e domando ancora se il numero delle vendite (che immagino non sia una cifra enorme) in che percentuale potrà garantire la conclusione della serie?

    • Editore:

      Questa è difficile, anche perché non è una valutazione che dobbiamo fare noi, ma il Sole… Che comunque cercherà di accontentare gli appassionati…

  • ANDREADEL:

    gianni scusa la mia curiosità ma avevi promesso i dati di vndita di ciascuna pubbliczione della iff
    llor di miki a colori hai già detto su facebok che vende intorno alle 1500 copie e quindi ci hai fatto capire che no andrà avanti oltre il 4 numero
    x favore ti chiedi x favore dicci quanto vendono di preciso blek il piccolo ranger e mister nò
    ci hai già detto che mister nò vende intorno alle 7000 copie perciò siete soddisfatti e che blek dovrebbe vendere ntorno alle 5 6000 copie mensili
    x favore mostra i dati delle vendite o quì o su facebook

    • Editore:

      Sì, a breve ne parleremo. I dati che citi sono vecchi. Su FB abbiamo detto che Miki Colore 1 pare abbia venduto 3.300. Vediamo se il 2 mantiene lo stesso livello…

  • antonio:

    ho acquistato in edicola il n° 2 e 3 di capitan MIKI l’integrale a colori, con mia grande soddisfazione, mi auguro che la stessa cosa sia fatta per il grande blek che noi vecchi affezionati aspettiamo da anni. Volete comunicarmi per favore il sito a l’ufficio a cui mi devo rivolgere per acquistare il n° 1, grazie, attendo risposta.
    antonio

    • Editore:

      ecco i nostri recapiti:
      Telefono 02 4953 3227
      E-mail info@ifedizioni.com
      Sito Web http://www.ifedizioni.com

    • GIANCARLO:

      x Antonio… mi fa piacere leggere di un ” altro ” dei “nostri ” …grande Antonio nel segno degli immortali eroi di carta ..della EsseGesse Kinowa..Miki..ed il piu’ grande tuttii loro…alias ” Il Grande Blek”–

      Scriviamoci..teniamoci in contatto ..

      Giancarlo-Torino

  • Luca:

    Il Grande Blek integrale a colori!
    Magari!!!!!
    :)

  • ANDREADEL:

    pubblicate a clori tutti quelli che volete ma lasciatemi il piccolo ranger in bianco e nero
    sopratutto riguardo alpiccolo ranger vi dico oramai da mesi che almeno una metà dei vostri aquirenti li avete ersi grazie ala errata distribuzione ovvero mandando le 20.000 copi(secondo mè le avete concentrate solo in poche edicole a rikiesta comunque se aveste seguito i vari forums aveste capito subito dove e come distribuire il piccolo ranger

    • Editore:

      Tranquillo, non ci pensiamo proprio a fare a colori il Piccolo Ranger. Quanto alla distribuzione, non la facciamo noi, ma, appunto il distributore. Quella della distribuzione è un grave problema in Italia, ci sarebbe molto da fare a riguardo…

  • Piero:

    Ciao Gianni, novità sul proseguio di Miki a colori, visto che sta per uscire il 4° numero ?
    Grazie e buon lavoro.

  • ANDREADEL:

    gianni io forse sono un po troppo martellante x ilpiccolo ranger ma dovevate tener d’occhoio i forums e avreste capito quali zone privileggiare x la sua disribuziione

    • Gianni Bono:

      Ripeto che della distribuzione non ci occupiamo noi ma il distributore, funziona così. L’unica cosa che possiamo fare è segnalare al distributore le edicole che ce ne fanno richiesta…

  • Andrea67:

    Io, invece, pur acquistandolo lo stesso, sono tra quelli che avrebbero preferito il PR a colori.

    • Gianni Bono:

      Sarebbe troppo costoso… Oltre al costo della colorazione dovete considerare il costo della stampa a colori, più alta del bianco e nero…

  • ANDREADEL:

    andrea 67
    io sono invece pro al piccolo ranger in bianco e nero x il semplice motivo che se una serie asce x il bianco nero tale deve restare magari gianni potrebbe ristampae qualche storia a colori dopo aver indetto un referendum ma di quelle oltre l 100 che so ce ne sono di bellisime
    ma non vorrei mai la ristampa del piccolo ranger x intero a colori semmai gradirei una miniserie del piccolo ranger inedita con i suoi vecchi disegnatori coinvoltio e magari berardi che aveva sceneggiato una storia bellissima e magari potrebbe coinvolgere luigi merati ma io intendo una miniserie di 4 numeri secondo mè avrebe un buon riscontro di vendite

    • Gianni Bono:

      In ogni caso, Il Piccolo Ranger a colori sarebbe troppo costoso, soprattutto in funzione delle vendite che fa…

  • Andrea67:

    Personalmente lo pagherei il doppio, e forse anche il triplo, ma mi rendo conto che non si può fare, perchè non tutti la pensano come me.
    Ho solo espresso un’opinione dettata dai miei gusti, anche in considerazione del fatto che possiedo tutta la serie e che sto acquistando questa ristampa per puro spirito nostalgico, ma che, come elemento di novità, offre “solo” le copertine (e voglio aggiungere che è stato meglio così).
    Ovviamente mi auguro che continui ad oltranza.

    Molto interessante, infine, la proposta del mio omonimo circa la proposizione di una miniserie con storie inedite.

    • Gianni Bono:

      Purtroppo non sono in molti quelli che ora come ora si possono permettere di sostenere le loro passioni. Iniziative come quelle che suggerite, colore o serie inedite, al massimo potrebbero essere valutate per la libreria, non per l’edicola. Ma ripeto, non è il momento. Stiamo vivendo un periodo di crisi economica spaventosa e purtroppo in molti devono tagliare le spese superflue, quando non affrontare rinunce importanti… E noi non possiamo aumentare i prezzi più di tanto, sarebbe davvero ingiusto…

  • ANDREADEL:

    gianni scusa ma ogni fumetto anche se perde in guadagno come minimo aumenta le vendite
    adesso io dico miki bianco e nero vendeva 1500 copie(lo hai detto tu stesso)adesso io ti imploro d non mettere kit teller(il piccolo rager) a colori e il signor gianni bono asserisce che non vende
    mi sa che il piccolo ranger andrà chius entro fine del primo semestre dl 2013 con qualche scusa banale e ciò mi spiace

    • Gianni Bono:

      Noi non abbiamo nulla da nascondere, e le nostre decisioni sono prese ragionando sui numeri e non sulle simpatie. Ti invito a non fare supposizioni e ribadisco, Il Piccolo Ranger resta in bianco e nero e per ora va avanti, speriamo il più a lungo possibile.

  • Simeone:

    Caro Gianni, io invece mi auguro che la tua casa editrice e tu stesso, possiate ristampare per intero il PR. mi dispiacerebbe molto che la interrompeste. Se poi saresti costretto tuo malgrado a farlo, mi piacerebbe , e spero anche ad altri, che tu la potessi ristampare in digitale cosi come facesti col ragazzo nel Far West, in printo on demand, e permettere a tutti di poter acquistare e completare l’intera collezione.
    ti ringrazio anticipatamente e ti auguro le migliori fortune del mondo.

    • Gianni Bono:

      Grazie, di fortuna mi sa che ne abbiamo tutti bisogno! Comunque per ora con il PR andiamo avanti, state tranquilli!

  • maurizio:

    Gentile sig. Bono personalmente non amo il PR ciononostante ho aquistato
    ( e continuero’ a farlo) tutti i numeri , credo di esprimere un pensiero comune affermando che una casa editrice come la vostra va sostenuta e questo e’il mio modo per incorraggiarvi a continuare; seguo i fumetti da 40 anni , anche se ora gli unici appuntamenti fissi sono Zagor e PR , e una passione verso i propri personaggi non la vedevo dai pioneristici primi tempi della star comics.
    Grazie per quello che dai al fumetto italiano ….. continua cosi’

    • Gianni Bono:

      Grazie a te, devo dire che fa piacere quando viene riconosciuto l’impegno e la passione che da sempre rivolgo ai fumetti… A continuare ci proviamo senz’altro!

  • Mr. T:

    Grazie per l’ottima iniziativa.

    Io sono tra coloro che attende, quasi con ansia, di veder riapparire tutti i PR in formato digitale. Perche’ digitale? Tanti motivi, ma ne cito alcuni: 1) a meta’ anni 40 ho accumulato tanto materiale cartaceo che oramai non ho piu’ posto; 2) avendo ancora i numeri originali dall’1 a 40, posso dire che, pur non tenendoli affatto male, la carta ingiallisce; 3) mi piace leggerli mentre viaggio quando ho piu’ tempo; 4) vivo all’estero e spedizioni di cartaceo costano un’occhio della testa. (Tempo fa mi sono fatto spedire arretrati di Zagor e i costi di spedizione erano fuori da questo mondo e sono arrivati dopo quasi un mese, non in 24 ore!)

    A dire il vero, essendo purtroppo arrivato oltre “il mezzo del cammin di nostra vita”, sono stato attivo con il PR da giovane e mi mancheranno 20 volumi in tutta la collezione. Se l’intera serie fosse disponibile in digitale, penso che, al prezzo che ho visto per i 4 volumi proposti finora, sarei ben felice di comprare subito l’intera collezione in blocco.

    Verranno proposti anche in formato per Android o PC? Io spero di si. Non sono molto appassionato dei prodotti Apple e non sono li con la lingua di fuori ogni volta che mandano sul mercato un nuovo prodotto.

Lascia un Commento

 
Immagini & Fumetti
Questo blog vuole essere uno spazio d'incontro a cui possano fare riferimento tutti coloro che, come me, amano i prodotti della cultura popolare. Per trovare e scambiare informazioni, ricordi, considerazioni. Perché una passione riverbera quando condivisa, perché la memoria delle cose passate è un impegno, oltre che un piacere, a cui più voci possono contribuire.
Tags