IL RITORNO DI KIT, IL PICCOLO RANGER

Finalmente ci siamo. Il 10 febbraio 2012 Il Piccolo Ranger tornerà in tutte le edicole dopo un’assenza di ben vent’anni. È infatti nel maggio del 1992 che uscì il numero speciale de Il Piccolo Ranger come supplemento a Tutto Mister No n. 36, dopo che sette anni prima, nel febbraio del 1985 era stato pubblicato il n. 255, ultimo della serie inaugurata il 15 giugno del 1958 dalle Edizioni Audace di Tea e Sergio Bonelli. Nato dalla fertile penna di Andrea Lavezzolo e disegnato con tratto morbido da Francesco Gamba, il nostro Kit può essere considerato a tutti gli effetti un personaggio di seconda generazione, alla stregua di Zagor e Il Comandante Mark. E se con Mark la nostra casa editrice ha iniziato con successo la sua attività, per proseguire altrettanto positivamente con personaggi di prima (Capitan Miki e Il Grande Blek) e di terza (Mister No) generazione, ci auguriamo con Il Piccolo Ranger di raggiungere gli stessi soddisfacenti traguardi.

.

Il Piccolo Ranger n. 1, 1958

.

Dunque il 15 giugno 1958 appare in tutte le edicole il primo numero de Il Piccolo Ranger, ospitato nella storica Collana Audace che Gianluigi Bonelli dà alle stampe per la prima volta nel lontano gennaio 1941, inaugurando la sua attività editoriale. Il Piccolo Ranger si presenta in un formato tipico dell’epoca, la striscia, non con le caratteristiche 32 pagine ma con ben 96. La periodicità è quindicinale. Escono in tutto 328 strisce, fino al 25 aprile 1971, divise in sette serie. I testi sono di Andrea Lavezzolo e in parte di Sergio Bonelli. I disegni di Francesco Gamba e Birago Balzano.

.

Il Piccolo Ranger n. 1, 1963

.

Da dicembre 1963 queste strisce vengono ristampate nel classico formato a quaderno, detto bonelliano, fino a pagina 39 del n. 97 (dicembre 1971), dopo di che il mensile pubblica materiale inedito fino alla chiusura della collana, avvenuta con il n. 255 del febbraio 1985. Ad Andrea Lavezzolo e Sergio Bonelli, nella stesura dei testi si affianca Decio Canzio, con il quale si alternano Giancarlo Berardi, Raffaele Cormio, Giorgio Pezzin, Marcello Toninelli ed Ennio Missaglia, oltre ad Andreina Repetto, Alfredo Saio e Luigi Naviglio che con me formano il team di sceneggiatori dello Staff di If. Per i disegni, oltre a Francesco Gamba e Birago Balzano, contribuiscono Pietro Gamba, Franco Bignotti, Lina Buffolente, Erminio Ardigò, Luigi Merati, Giuseppe Montanari & Ernesto Grassani, oltre allo Staff di If (Giancarlo Colombo, Wilson Vieira, Carlo Leone, Pierino Del Prete, Giovanni Crivello e Gabriella Molisso).

Il Piccolo Ranger di Francesco Gamba

-

Ovviamente è nostra intenzione riproporre tutto questo materiale nel nostro formato tradizionale che, per l’occasione, avrà una foliazione di ben 272 pagine. La periodicità sarà inizialmente bimestrale, ma ci auguriamo di portarla mensile già da giugno. Per ogni uscita ristamperemo due episodi dell’edizione del 1963.

Per quanto riguarda le copertine, sebbene con grande dispiacere, abbiamo deciso di non riproporre quelle “d’atmosfera” realizzate da Franco Donatelli, difficili da riprodurre e non sempre rispecchianti il reale contenuto dell’albo. Come già abbiamo fatto con Blek, affidando la realizzazione delle nuove copertine alla genialità di Corrado Mastantuono, anche per Il Piccolo Ranger ci siamo rivolti a un artista altrettanto talentuoso, Massimo Rotundo. Pubblichiamo di seguito due anteprime che ci hanno conquistato: speriamo che i nostri lettori apprezzeranno la scelta.

.

Prova di copertina per Il Piccolo Ranger n. 1, 2012

-

Se le vendite ci sosterranno, è nostra intenzione presentare in appendice altri eroi nati dalla fertile immaginazione di Andrea Lavezzolo. Primo fra tutti quel Rocky Star realizzato in team con Francesco Gamba per le Edizioni Audace e la cui uscita ha preceduto di un anno quella de Il Piccolo Ranger.

Assolta la mia promessa di darvi qualche dettaglio in più su Il Piccolo Ranger, non mi resta che augurarvi di cuore un buon 2012, a tutti voi e ai vostri cari!

.

Prova di copertina per Il Piccolo Ranger n. 2, 2012

.

.

Se vuoi maggiori informazioni sui materiali di cui si è parlato in questo post, se sei interessato allo scambio, all'acquisto o alla vendita di materiali analoghi clicca qui.

162 Commenti a “IL RITORNO DI KIT, IL PICCOLO RANGER”

  • Paolo:

    Ed eccolo! Kit Teller alla riscossa!
    Non vedo l’ora di andare in edicola e prendermi il n. 1!

    Belle le prove per le nuove copertine; a livello di grafica mi spiace solo si sia tralasciato lo storico “logo a stella” della serie.
    Forse avrei preferito una scritta rimodernata (con un nuovo font) ma sempre inserita all’interno della classica stella.
    Vabbeh, sia come sia questa Riedizione entrerà di diritto nella mia libreria ;)

    Buon anno anche a te, Gianni :)

    • Gianni Bono:

      La stella la stiamo recuperando. Auguri. Gianni

    • Paolo:

      Grazie della precisazione Gianni.

      Dunque la stella potrebbe essere posizionata in alto a sinistra (per non togliere troppo spazio al disegno di copertina) oppure al centro ma in questo secondo caso direi non grande come il logo di Mister No Riedizione!
      Comprendo daltr’onde la voglia si visibilità e l’esigenza di ‘spiccare’ nel mare magnum dell’edicola…

      Non mi dispiacerebbe una cosa simile ai “Tutto” della Bonelli con logo al centro e banda orizzontale coi dati: in fondo una “Tutto Piccolo Ranger” mancò proprio all’epoca ;)

    • Gianni Bono:

      Ci stiamo lavorando. Appena possibile vi do un assaggio….

    • Paolo:

      Ottimo, confido in voi ;)

  • AndreaL:

    Bentornato Kit Teller!
    Le copertine sono molto belle e, soprattutto, rispecchiano il contenuto delle storie.
    Non vedo l’ora di avere gli albi in mano.

    • Gianni Bono:

      Grazie del sostegno. Sulle (nuove) copertine teniamo duro perché vogliamo la massima visibilità in edicola. Gianni

  • niko:

    Complimenti per le copertine dei primi due numeri,sono davvero molto belle. Non vedo l’ora di essere a febbraio,ho atteso questa ristampa da tanto tempo. Una domanda a Gianni Bono:oltre a Kit ristamperete mai Kerry il trapper? Un grazie alle Edizioni If.

    • Gianni Bono:

      Grazie per le copertine. Abbiamo bisogno di sostegno. Avevamo pensato a Kerry tempo fà. Poi c’è stata l’edizione di Bd. Vedremo per l’estate, quando abbiamo intenzione di riprendere la collana Storia del West presenta con nuovi personaggi. Gianni

    • Paolo:

      Ottima notizia la ripresa di SdWP! La numerazione contate di proseguire quella storica oppure sarà del tutto una “Seconda Serie” che riparte da 1?

    • Stefano:

      Mi associo!! La notizia della ripresa della Storia del West è tanto gradita quanto inaspettata.
      Colgo l’occasione per chiedere: ho avuto la recente fortuna di trovare su un paio di bancarelle due Maxi Raccolte if della Storia del West (nn.2 e 3 – oltre ai nn.1 e 2 di Maxi Raccolta Mark). Risalgono agli anni 2003/2005. Ma quante di queste Maxi Raccolte sono state pubblicate in tutto da edizioni if ?
      Grazie (e grazie ancora per la bella notizia sulla SdW!)

    • Gianni Bono:

      La numerazione non rprenderà da 1, ma proseguirà da dove ci siamo interrotti con Un Ragazzo nel Far West.

    • Paolo:

      Considerando nel conteggio anche gli albi “print on demand”?

  • massimo:

    non sono d’accordo con la pubblicazione 2 albi in 1, a me e a tanti altri lettori piace l’albo singolo, non capisco perchè non volete accontentare noi lettori che poi siamo quelli che compreranno gli albi

    • mionome:

      perché così gli editori risparmiano e ci fanno pagare di più. Anche io preferirei gli albi singoli, magari con le copertine originali. Ma comandano loro, e ci dobbiamo adeguare…

    • Gianni Bono:

      Non comandiamo noi. Comanda il mercato. Quando siamo usciti con Mark vendevamo 14.000 copie. L’ultimo numero ha chiuso a 3.000. Questo è il mercato e dobbiamo farcene tutti una ragione. In tre anni il fumetto ha perso oltre il 30% di lettori. Di questo passo non so dove andremo a finire. Invece di fare tanti proclami forse varrebbe la pena di valutare obiettivamente e più serenamente il nostro lavoro. Gianni

    • Gianni Bono:

      Perché per fare un albo singolo c’è bisogno di una vendita ben superiore a quelle del nostro format. Abbiamo già dato con Nick Raider e ci stiamo leccando ancora oggi le ferite…. Gianni

  • mark:

    finalmente!! prego che all’interno ci siano le copertine originali però! ho sostenuto questa ristampa per anni!

    • Gianni Bono:

      Come ho già detto per le copertine originali ci pensiamo tra un po’ di uscite…Gianni

  • Alberto:

    Sinceramente le copertine non mi piacciono molto.
    A non convincermi, sono soprattutto due cose: il volto di Kit (sembra un cinesino, specialmente in quella del primo numero) e il nuovo logo (era così bella la stella dei Rangers…).

    Un saluto e buone feste!

    • Gianni Bono:

      Quello che vi abbiamo mostrato è solo un progress del lavoro. Metteremo mano alle imperfezioni e la stella ci sarà. Auguri anche a te. Gianni

  • simeone:

    E VAI. sono arcicontento di tutto. delle copertine che mi piacciono, e dei due albi aalla volta, perche altrimenti per ristampare quasi 250 numeri ci vorrebbero quasi trentanni( mi immagineri a 80 anni, col bastone ad andare in edicola e dire: finalmente e finita, in tutti i sensi.)
    fora Gianni e continua cosi.

    • Gianni Bono:

      Hai ragione. Anch’io non saprei in quali condizioni potrei trovarmi “alla fine” della serie con le uscite singole. Ma fra 30 anni ci saranno ancora le edicole? Gianni

  • Ottima notizia, sosterrò sicuramente l’iniziativa acquistando gli albi :-)

    • Gianni Bono:

      Grazie Daniele. Spero davvero che siate tanti. Così tanti da sostenere il nostro sforzo editoriale. Gianni

  • Alex P.:

    Sono contento! Finalmente le copertine rispecchiano il contenuto degli albi (anche se Kit sembra un pò “cinese”… speriamo in qualche piccolo aggiustamento)… Mi piacerebbe vedere corretti i titoli (in origine scritti proprio male) e i balloon (magari senza spostarli ma dando loro una “raddrizzata”… Anch’io vorrei un albo-una copertina… invece così diventa una copertina per due albi… e io avrei voluto l’interpretazione di Rotundo per TUTTE le storie… Cmq lo comprerò di sicuro…

    • Gianni Bono:

      Grazie della comprensione. Aggiusteremo il tiro. E non solo con la prima uscita. Ci puoi scommettere. Gianni

  • stefano:

    Spero che siano solo prove di copertina perchè Kit mi sembra a metà tra un cinesino
    e metà Spack di Star Trek.Notate le orecchie a punta.
    Mah………….e poi dovè il logo a stella ? Pensate a un nuovo logo a stella.
    E arrotondate le orecchie e un pò il viso.
    Ma il font originale del 1° numero non andava bene ?

    • Gianni Bono:

      Come ho già detto le copertine sono in progress. Terremo conto dei consigli e correggeremo gli errori, ma un po’ di freschezza dobbiamo concedercela, non pensi? Gianni

  • Fabio:

    Che peccato.

    Per quanto mi riguarda, un’occasione persa.
    Diciamocelo: le storie del Piccolo Ranger, almeno per i primi numeri, erano carine ma non certo “speciali”. Il motivo per cui questa serie, a differenza di decine di altre molto simili, è ricordata ancora oggi sono le COPERTINE acquarellate.

    Degli autentici CAPOLAVORI, e rinunciare perchè “datate” mi sembra una follia: questa serrie si rivolgerà soprattutto ad un pubblico di nostalgici (o di giovani amanti del fumetto d’epoca), e di certo non saranno attratti dallo stile di Rotundo nè dal nuovo logo.

    Inoltre nelle edicole oggi bisogna spiccare, uscire dal mucchio… e cosa meglio di autentici dipinti sulla copertina di un fumetto??

    Per quanto mi riguarda, rinuncerò sicuramente all’acquisto (ho già molti originali), e così faranno altri tre miei amici. Peccato, un’occasione persa.

    • Gianni Bono:

      Purtroppo non possiamo accontentare tutti. Se la mancanza delle copertine originali non ti farà acquistare Il Piccolo Ranger vorrà dire che non eri davvero interessato al suo ritorno in edicola come tutti quelli che, pur manifestando anche del dissenso, hanno deciso di sostenerci. Il fumetto per sopravvivere ha bisogno di fiducia e non di ripicche. Pensaci. Gianni

    • Fabio:

      Ciao Gianni, scusami se ti do del “tu” pur senza conoscerti… ma in fondo sono un tuo concittadino, un tuo venditore, essendo edicolante, e soprattutto un tuo affezionato cliente, visto che ho comprato e collezione moltissime delle vostre proposte.

      Non capisco perchè, rispondendo al messaggio in cui affermavo che non avrei comprato la ristampa, parli di “ripicche”.

      Io ho detto la mia opinione (sarei pronto a scommettere che avrebbero avuto più successo -pur nei numeri assoluti che tristemente ben conosciamo- le vecchie copertine), tu sei evidentemente convinto del contrario… tuto OK, no?

      Poi l’editore sei tu e fai le tue scelte. Io da lettore credo di essere libero di comprare quello che voglio, no? ;-)

      Non è mica una “ripicca”: io ho apprezzato molte iniziative della IF, nella mia edicola le espongo a fianco (e forse anche meglio) dei Bonelli, ne parlo, le consiglio…. ma per acquistare la ristampa di una serie come Il Piccolo Ranger io avrei avuto bisogno che mi ricreasse una particolare “alchimia” tra curiosità (ma molte storie le conosco già) e nostalgia… alchimia che la nuova edizione non riesce proprio a darmi (e per storie già lette, è ovvio che copertina e confezione abbiano un ruolo importante).

      Ma questo riguarda ME, non mi sembra una ripicca: se una cosa tutto sommato non mi interessa, non la compro.

      Per il resto, ripeto, da edicolante sono convinto che avrebbero colpito di più le copertine acquarellate (che magari avrebbero anche dato l’occasione a qualche media di parlare della serie… ad esempio molte richiamano le locandine dei vecchi western… chissà che su riviste di cinema… o anche quotidiani generalisti…).

      Tu la pensi diversamente, ti auguro di aver fatto la scelta giusta, tutto qua.

    • Gianni Bono:

      Mi aveva preoccupato non la tua scelta, di cui non posso far altro che – con rammarico – prenderne atto, ma il fatto che fossi sicuro che anche altri non lo avrebbero acquistato. Ora che so che sei un edicolante, mi preoccupo ancora di più…Spero comunque che da “concittadino” darai un aiuto anche a questo nostro nuovo nato in casa if. Lo sapevi che la mia attività nel mondo del fumetto è iniziata proprio a Pegli nel (ormai lontanissimno) 1966 con il mio amico Nino Bernazzali? In via della Pineta abbiamo fondato il Club Gli Amici del Fumetto e lì è nato Comics World e il primo recupero storico di un classico del fumetto come Red Barry di Wil Gould., l’autore prediletto da Hugo Pratt.

    • Fabio di Pegli:

      Gianni… Nino lo conosco benissimo (lo vedo anche abbastanza spesso), e la mia edicola non è troppo lontana da Via della Pineta. Se un giorno volessi fare una rimpatriata, ti offrirei volentieri un caffè, in cambio su quattro chiacchiere “fumettistiche” (l’aria di Pegli tra l’altro dev’essere particolarmente salubre, tra Revello, Torricelli & C…).
      Sul discorso copertine non vorrei davvero tornare, anche se resto convinto che la loro “originalità” le avrebbe premiate nell’affollamento delle edicole; spero che siano riproposte all’interno, anche se in b/n perderanno molto (quasi tutto!) del loro fascino.
      Per il resto, rinnovo tutti miei migliori “in culo alla balena” per la vostra iniziativa!

    • Gianni Bono:

      Ottimo. Più che volentieri così magari incontro anche Nino che non vedo da moltissimi anni. Anzi, ti chiederò un aiuto per…stanarlo. A presto

  • Alex P.:

    Scusate… posso capire la nostalgia… posso capire l’apprezzamento per la tecnica usata (insolita per un fumetto) ma chi l’ha detto che le copertine di Donatelli sono belle? A me sembrano disegni da osteria, come questo:
    http://tinyurl.com/Teomondo-Scrofalo

    • Gianni Bono:

      Beh, no. Le copertine di Donatelli avevano un loro fascino. Il buon Franco è stato il copertinista più gettonato degli anni Sessanta e Settanta. Faceva copertine per Torelli e Fasani, per la Corno e, ovviamente, per Bonelli. Quindi tanto di cappello, anche se oggi gli preferiamo Rotundo. Ma la nostra è una scelta non una scarsa valutazione dell’autore. Gianni

  • Flavio:

    Le copertine di Donatelli erano molto belle, richiamavano i poster del cinema western spaghetti, ma a mio avviso sono piuttosto datate, ed è chiaro che, proprio per “bucare” l’edicola bisogna affidarsi a disegnatori moderni e ad una grafica più accattivante. I nostalgici hanno dimostrato che non sono in numero tale da far sopravvivere certe pubblicazioni, la IF credo cerchi NUOVI LETTORI.
    Io ho la collezione completa (qualche numero è la ristampa anastatica Mercury, costosa ma che consiglio ad esempio all’amico Fabio) ma penso che i primi numeri li prenderò, auspicando anche le correzioni segnalate da Alex per avere una vera e propria nuova edizione.
    Sul fatto che ci siano 2 albi invece di uno…sembrate tutti scordare che in realtà gli albi originali “giganti” dell’epoca non erano altro che delle semplici raccolte degli albi a striscia, senza una divisione specifica delle avventura come accade adesso nelle varie testate Bonelli, quindi una nuova edizione secondo me potrebbe essere anche più libera sotto questo punto di vista senza sminuirne il significato.

    • Gianni Bono:

      Vedo che ci capisci e condividi le nostre scelte, anche con una buona e puntuale analisi storica. Complimenti. Gianni

    • Paolo:

      Per come la vedo io ciò che va tenuto presente è che le testate IF sono delle RIEDIZIONI quindi serie con una loro precisa identità e linea editoriale.
      Attingono dagli albi originali ma non per semplice ristampa bensì per creare un’edizione tutta nuova e dignitosa.

      Non delle semplici “Raccolte” di albi d’epoca, insomma.

    • Gianni Bono:

      Giudizio più che sacrosanto…

  • antonio:

    Siete ancora in tempo a reinserire la stella del piccolo ranger nella copertina. Sarebbe un’ingiustizia toglierla. La stella è il Piccolo ranger!!!

  • paolo:

    sono molto contento che le edizioni if abbiano messo in cantiere la ristampa del piccolo ranger e ringrazio fin da ora la redazione perchè visto i prezzi delle edizioni precedenti le storie di kit rischiavano seriamente di non far parte delle mie collezioni.detto questo visto che con altri personaggi le edizioni if hanno preferito pubblicare due albi a volume sono contento che anche in questo caso la scelta sia ricaduta su questa soluzione visto che la serie è lunga e vorrei vederla pubblicata tutta. l’importante è inserire all’interno le copertine originali, fare delle correzioni a quelle provvisorie( viso di kit e inserimento della classica stella dei ranger) non inserire dei comprimari di alcun tipo che secondo me danneggerebbero la collezione. grazie. paolo

    • Gianni Bono:

      Terremo conto dei tuoi consigli. Per la stella e il viso come già fatto. Gianni

  • vincenzo:

    Ottima notizia e lo prenderò sicuramente.
    Ovviamente spero che non metterete nessun altro personaggio e diventi al più presto mensile,oppure la finirò quando avrò un bastone a sorreggermi:-(
    Ps:peccato per le copertine di Donatelli,ma almeno rimettete la stella..
    Saluti e buon lavoro.

    • Gianni Bono:

      La stella ci sarà. Se metteremo altri personaggi in appendice non toglieranno spazio a Kit. Ogni uscita presenterà sempre due numeri dell’edizione originale. Gianni

  • Tommaso:

    Contentissimo di questa ristampa, spero che la serie sia proposta mensilmente senza nessuna appendice.
    Certamente le copertine originali sarebbero state il massimo,almeno si potrebbero riproporre all’interno anche per dividere i due episodi.

    Buon lavoro
    Tommaso

  • Stefano:

    Io invece sono contento che negli albi ci sia anche Rocky Star.

    • Gianni Bono:

      Mi fa piacere. Rocky Star è stato uno dei preferiti da ragazzo e quindi l’ho scelto anche per questo. Gianni

  • Un augurio speciale per questa nuova e tanto attesa iniziativa
    editoriale che non mancherà dai miei scaffali.

    Anche se in ritardo, tanti auguri di buon anno anche a te, Gianni.

    • Gianni Bono:

      Grazie per gli auguri e per lo…spazio che dai alle nostre iniziative. Gianni

  • Tony M:

    Spiace dirlo ma senza le copertine di Donatelli l’interresse per questa iniziativa scende a zero.
    Quelle splendide illustrazioni sono una caratteristica che da sempre ha identificato la serie. Se non possono essere usate per una questione di diritti o che so io è un conto, altrimenti è una scelta editoriale davvero alla Tafazzi.

    Non si penserà mica che copertine moderne attireranno giovani lettori vero?

    • Gianni Bono:

      Noi ci stiamo provando in ogni modo a far “vedere” Kit in edicola. E non ci dispiacerebbe che qualche new entry si accodasse al gruppo di nostalgici. Gianni

  • paolo:

    ho letto molte mail sul ritorno del piccolo ranger nelle edicole e tra i commenti che non ho apprezzato vi sono in primis quelli di coloro che scelgono di non comprare l’albo solo perchè mancano le copertine originali.la loro bellezza è fuori discussione ma qui stiamo apprezzando soltanto la prima pagina come se senza di quella il resto dell’albo fosse spazzatura. a me piace guardare un fumetto nell’insieme e, come ho già scritto non mi piacerebbe un comprimario con kit…ma se poi mi piacesse? bisogna osservare tutto il progetto nell’insieme e non soffermarci sui punti in cui siamo in disaccordo. guardiamo l’insieme e il momento storico in cui esso prende vita. stiamo affrontando momenti bui e se le edizione if ci danno la possibilità di avere tutta la collezione di kit prendiamola al volo. ciao a tutti

  • paolo:

    lo spazio della mia mail precedente è stato tiranno….non volevo offendere nessuno ne sollevare polveroni inutili,se qualcuno si è offeso ne sono dispiaciuto e da amante del fumetto quale sono ho cercato soltanto di intavolare una discussione. buona notte a tutti

  • nestore del boccio:

    Le copertine di Donatelli sono di autentica maestria. Sia nella struttura perfetta del disegno e dell’impaginazione che dell’uso del pennello. Tra l’altro, è un grande disegnatore portato all’essenza strutturale senza ghirigori effettistici: come dimostrano i suoi Zagor. Forse per questo più difficile da capire. A tanti giovani consiglierei di seguirlo meglio. Non amo molto i colori computerizzati soprattutto quando si tratta di riproposte dei classici. Infatti, i Tex di Repubblica mi sono indigesti ( la colorazione moderna castiga molto il pennello di Galleppini ), allo stesso modo come ho trovato indigesti i Tarzan di Kubert con la colorazione nuova fatta negli Stati Uniti dalla Dark Horse. Un’altro conto se si tratta di un prodotto nuovo in linea con i gusti e la cultura metropolitana del nostro tempo. Anch’io consiglio ( spero che mi ascolti Gianni ) di riproporre in copertina la stella del ranger. Appena torno in Italia lo acquistero’ sperando di rivedere i disegni di Gamba, un altro grande non troppo omaggiato dalla critica ufficiale. Consiglierei una serie speciale tutta dedicata a lui. Ho ancora in mente la magia che ha saputo trasferire a Tex quando sostituiva Galleppini ai pennelli. In bocca al lupo!

    • nestore del boccio:

      Spero mi si perdoni l’apostrofo di “un altro”: a volte “scappa”!
      Nestore

    • Gianni Bono:

      Non ti preoccupare, ormai sulla rete si perdona tutto. Anche un apostrofo!

    • Alex P.:

      Scusa, ma come lettore del PR non sono completamente d’accordo. Le copertine di Donatelli avranno dei pregi ma anche diversi difetti gravi. Il primo è che non corrispondono al contenuto dell’albo. Può sembrare una scemenza, ma chi comincia a leggere un fumetto si aspetta di ritrovare nelle storie l’atmosfera che viene trasmessa nella copertina. Ecco quindi che il Kit di copertina non ha nessuna attinenza con il personaggio del Piccolo Ranger di Francesco Gamba. Il lettore si sente defraudato e non compra più l’albo! Ben venga quindi per me Rotundo!

    • Gianni Bono:

      Certo che ti ascolto, caro Nestore. Condivido i giudizio su Donatelli e su Gamba. Non ci crederai ma le prime storie bonelliane che mi hanno davvero “preso” da ragazzo sono state proprio quelle disegnate da Gamba! E quindi in appendice a Kit prima di tutto ci saranno le sue storie. Per la colorazione computerizzata credo proprio che tutto dipenda da chi la esegue. Crepi il lupo.

  • Roberto:

    Ciao Gianni,
    sono davvero felice dell’imminente ristampa del Piccolo Ranger, l’unica storica testata bonelliana a non aver beneficiato di una riproposta in edicola. Grazie per aver realizzato questo piccolo sogno! :) )
    Da appassionato di cronologie, spero che verrà svelato l’apporto ad ogni singolo episodio degli autori celati dietro la sigla dello Staff di If …
    Una Curiosità, per i primi numeri avete messo mano anche al lettering?

    Ciao,
    Roberto

    • Gianni Bono:

      Certo che lo faremo. Sì le nostre storie erano fumettate da Filomema del Prete, sorella di Pierino, che ha disegnato anche Il Piccolo Ranger. Due colonne portanti del mitico Staff di If.

  • Luigi:

    Da affezionato lettore del Piccolo Ranger non posso che essere lieto dell’imminente ritorno in edicola di questo storico personaggio. E, fracamente, faccio fatica a capire le ragioni della polemica circa l’utilizzo di nuove copertine per gli albi (nuove copertine che, tra l’altro, pur con qualche difetto, mi sembrano valide), anche perché, se la If manterrà lo stesso formato già usato per il Comandante Mark, le tavole di Donatelli verranno comunque riproposte all’interno dell’albo. Mi auguro solo che, nel caso in cui si volesse inaugurare anche una serie di racconti illustrati di Kit, non venga effettuato lo stesso scellerato restyling (mi perdomi…) messo in atto coi Lupi dell’Ontario, da quando un singolo autore ha preso in mano la serie, dove i personaggi e le storie erano talmente lontani da quelli del fumetto da risultare irriconoscibili.

    • Gianni Bono:

      Vanno ascoltate tutte le campane, ovviamente. L’importante avere le idee chiare e trovare la giusta quadra per il prodotto finale. Abbiamo sempre cercato di fare così e così ci comporteremo anche con Il Piccolo Ranger. Niente racconti in appendice, a meno di un ripescaggio di qualcosa scritto da Lavezzolo. Quindi niente traumi…Tranquillo

  • francesco - francyduckZ8:

    però questo forum è diventato una vetrina per le edizioni IF, che hanno già un loro sito, mentre a me piacevano i primi post, nei quali si parlava di autori sconosciuti, di ricerca storica, di curiosità del passato

    • Gianni Bono:

      Hai perfettamente ragione. Ma il ciclone Piccolo Ranger si è impossessato della (nostra) rete. Rimedierò al più presto, riprendendo le vecchie abitudini. Abbi fede.

  • Placido:

    Gentile Bono, come ho già avuto modo di dirle, son felice della riproposta del Piccolo Ranger, e pazienza per le cover di Donatelli, l’importante è un ritorno di Kit nelle edicole!
    Apprezzo tanto anche la riproposta in appendice della serie di Rocky Star!
    Mi chiedevo, se naturalmente la riproposta del Ranger di Lavezzolo ha successo, se c’è la speranza di pubblicare, sempre in appendice, anche le serie di Ray Fox e di Rama l’Apache, entrambe opere dello stesso Lavezzolo…sarebbe SPLENDIDO!!
    Un’ultima cosa, anche se così vado off topic: mi chiedevo se, sempre in futuro, è prevista la pubblicazione del materiale di un altro grande autore del fumetto italiano, e cioè Roy D’Amy! grazie 1000!

    • Gianni Bono:

      L’idea è questa. Diritti permettendo, lo faremo di sicuro. Anche il materiale di D’amy è nei nostri futuri progetti.

  • Gentilissimo sig. Bono sono molto felice del ritorno del ranger, io sono un suo lettore dall’eta di 7 anni adesso ne ho 53 e nonostante ho tutta la collezione completa e tutte le strisce non mi faro’ sfuggire questa prima ristampa. Se permette faccio due mie considerazioni sperando che vengano prese in considerazioni, primo il ritorno della stella e rendere il titolo della testata con colorazioni diverse ogni numero non con lo stesso colore giallo come ho notato nelle due copertine di prova, inserire per esempio anche il rosso azzurro ecc. Ecc. E poi all’ interno inserire le copertine originali di Donatelli . Grazie

    • Gianni Bono:

      Come avrà visto, abbiamo cercato di venire incontro ai nostri (futuri) lettori. Il colore di testarae del dorso è fisso per ogni nostra testata. Quello della stella potrà cambiare da numero a numero.

  • Massimo:

    Un grosso plauso all’iniziativa che peroravo da anni in altri forum.
    Nel frattempo ho preso la collezione completa con parte in anastatica Mercury.
    Indubbiamente ho optato per quell’acquisto sia perchè non era imminente una ristampa sia per la bellezza delle copertine.
    In ogni caso acquisterò anche questa serie. E’ una riedizione e credo che meriti un sostegno anche la IF stessa.
    Del resto con Blek si sta superando. Con la pubblicazione di storie inedite la serie attualmente è la più completa in Italia di quello che è comunque uno dei personaggi simbolo dei fumetti italiani, anche se in grossa parte le storie sono francesi e yugoslave. A proposito sino a quando continuerete la pubblicazione? da un mio calcolo personale credo che abbiate solo di materiale italiano ( alternandolo con Kinowa) almeno sei uscite, dell’inedito non so.
    Così mi fa molto piacere la continuazione della Storia del West presenta. Mi farebbe piacere ( visto il richiamo a D’Amy) la riproposizione integrale dei Tre Bill, visto che nella ristampa Bonelli anni 90′ per motivi vari furono pubblicate solo gli ultimi tre voluni della rodeo, così come qualche bel personaggio non pubblicato in quella collana come il Sg. York.

    • Gianni Bono:

      Grazie per l’apprezzamento. Con Blek cerchiamo di dare alle stampe l’opera omnia. Esaurito il materiale francese, pubblicheremo quello jugoslavo, che al momento disponiamo solo parzialmente. La nostra programmazione copre tutto il 2013, con cui si esaurisce il materiale francese e in parte quello jugoslavo, e dovrebbe essercene ancora per il 2014 e oltre. Ma, prima di fare programmi a lunga scadenza, vediamo cosa ci dirà l’ediciola alla fine del 2012. Viviamo davvero tempi incerti. In primavera/inizio estate valuteremo se le vendite permetteranno di varare nuove o di riprendere vecchie testate. Se il responso sarà positivo, la prima sarà proprio Storia del West Presenta con un occhio di riguardo a Damy e agli autori veneziani.

  • Angelo:

    Ho l’intera raccolta originale, ma aquisterò la nuova edizione del PR. Sarà come ricominciare da capo una novità. E per quanto riguarda la a suo tempo annunciata proporta di Bob Crokett di Moliterni e Milani? Ci sono news?

    • Gianni Bono:

      Ottimo. Abbiamo bisogno di lettori! I detentori dei diritti di Bob Crockett non ritengono interessanti le nostre vendite. Ma se ripresenderemo Storia del West Presenta ritorneremo alla carica.

  • MicGin:

    I miei due cent su questa bella notizia
    http://sonoioche.blogspot.com/2012/01/il-ritorno-del-piccolo-ranger.html
    il valore delle copertine di Donatelli rimane altissimo, ma immagino che la scelta di realizzarle nuovamente sia motivata.
    La serie la prenderò sicuramente!

    • Gianni Bono:

      Grazie per essere dei nostri. Se segue il blog, penso abbia capito perché optiamo per nuove copertine.

  • Stefano L.:

    Spettabile Gianni,
    mi chiamo Stefano e anch’io sarò tra quelli che acquisterà il Piccolo Ranger.
    In fondo è grazie ad Edizioni IF che ho scoperto Storia del West e i primi episodi di Mister No. Non avendo mai letto nulla del PR, non posso esimermi dallo scoprire questa serie, indipendentemente dalle copertine, dalla stella o chicchessia.
    Perciò sarò felice di esserci.
    Stefano (da Crotone)

    • Gianni Bono:

      Grazie Stefano,
      sono lettere come la tua che ci confortano in questa difficilissima situazione editoriale. Anche se noi ci proviamo in tutti i modi a diffondere il buon fumetto made in Italy, abbiamo bisogno “anche” di new entry come te.

  • andreadel:

    ciao gianni ho già lasciato un mio commento ma visto che la ristampa del piccoo ranger partirà bmestrale almenofino a giugno vorrei fare una proposta:visto che si tratta di una serie abbastanza lunghetta xerchè non provi a metterla quindicinale??

    • Gianni Bono:

      Quindicinale sarà difficile, ma mensile ci proveremo non appena sapremo quanti lettori ha il nostro “piccolo” Kit.

  • andreadel:

    ragazzi facciamoci promotori x un piccolo ranger quindicinale se vendeva un tex a colori con repubblica ed espresso perchè non dovrebbe vendere un piccolo ranger quindicinale?non dimentichiamo che tex era addiritura settimane

    • Gianni Bono:

      Capisco gli entuasiasmi, ma stiamo parlando di un’astronave e – con tutto il rispetto – di un’utilitaria… Quindi siamo realistici e speriamo di farcela a restare in edicola almeno mensili.

  • domenico:

    Egregio Gianni Bono, venendo a conoscenza della prossima uscita de “IL PICCOLO RANGER” ho pensato: anche se ho la collezione quasi completa e quasi originale (i primi settanta numeri sono anastatici delle Edizioni Mercury) lo compro lo stesso, anche se non saranno riportate le copertine originali (sarebbe stato meraviglioso rivedere la copertina del mitico albo n.32 in edicola) e se vengono pubblicate non tre ma bensì due episodi a numero con uscita bimestrale !!! (quindi… )
    Praticamente non seguite la formula vincente iniziale di “MARK”: Copertine originali “leggermente” modificate e tre numeri ristampati mensilmente… comunque posso comprendere l’esigenza di “allungare il brodo”, di far durare la pubblicazione (e gli introiti) il più a lungo possibile aggiungendo un personaggio secondario e di cercare di attirare con copertine dal “segno” più attuale nuovi lettori (ma i giovani appartengono ad un’ altra dimensione, a meno che non siano appassionati di “archeologia” … basta andare su ebay e vedere annunci tipo “Vendo Tex n.289 ORIGINALE IN BIANCO E NERO!!! €.9,99- perché evidentemente il giovane venditore avrà visto solo quello di Repubblica: ecco, il colore potrebbe forse far accostare qualche giovane a queste pubblicazioni…)
    Poi… questa mattina ho acquistato MARK presenta 115 e sono venuto a conoscenza della sospensione di ALAN MISTERO a sei mesi dalla sua naturale conclusione (mi ero fatto i conti: 79/82 – 83/86 – 87/90 – 91/94 – 95/98 e 101/104 e avrei avuto la collezione COMPLETA di un personaggio a me molto caro) e allora… BASTA non siete più credibili, anche se la decisione spetta ai detentori dei diritti (ma che tipo di contratto avete stipulato? A tempo? Non avevate i diritti per pubblicare l’intera serie? ) non posso comprare IL PICCOLO RANGER e scoprire magari che dopo qualche anno non se ne fa più nulla…
    Almeno ci fosse la possibilità di un “PRINT ON DEMAND”, due bei volumi che completano la serie di ALAN MISTERO…non è proprio possibile?

    • Gianni Bono:

      Nessun allungamento di brodo. Ci sono due episodi e non tre come Mark perché quelli di Kit sono da 128 pagine e quelli di Mark da 64.
      Per il colore nulla da fare. Le nostre tirature (e vendite) non lo permettono. Purtroppo per Alan ho già espresso il mio rammarico. E, comunque, la serie era tutt’altro che al traguardo. Bonelli, a suo tempo, ha pubblicato solo una parte. Il resto – uscito in Francia come Ombrax – è del tutto inedito. E sono parecchi episodi. Per Kit non ci saranno poroblemi di diritti perché noi gestiamo, d’accordo con gli eredi, l’opera omnia di Lavezzolo.

  • paolo:

    ottima l’idea della ristampa ,ma uscira’ mai una ristampa if ai ken parker e zagor ?

    • Gianni Bono:

      Per Zagor, come ormai è noto a tutti, ci pensa Repubblica. Per Ken Parker abbiamo chiesto più volte ai nostri amici Berardi e Milazzo. Ma per un motivo o per l’altro non si riesce a prendere decisioni….

  • Solo una curiosita’ ..che mi sta a cuore da tempo..e che vorrei girarti..nella creazione di KIT IL PICCOLO RANGER 1958..gli autori attinsero abbondantemente e platealmente al CAPITAN MIKI ESSEGESSE..del 1951…ricordo che la questione venne fuori nel 1994 durante una serata in un locale di Torino e fu ampiamente dibattuta fra gli appassionati ..durante la presentazione dei 40 anni del GRANDE BLEK..con la partecipazione di Dario Guzzon ..gradirei un tuo pensiero al riguardo ..ciao a presto !

    • Gianni Bono:

      E’ probabile. Ci sono stati tanti “piccoli eroi” nel nostro fumetto. ..Va però riconosciuto a Lavezzolo il merito di aver dato vita a una saga corale indubbiamente diversa, almeno per questo – e non è poco -, da MIki e Blek.

  • sono felicissimo della nuova uscita proposta da gianni bono e c., attendo con ansia il 10 febbraio, per comprare almeno 2 copie, una da tenere immacolata e in busta e l’ altra da leggere e far vedere ai miei 2 figli. speriamo che al piu’ presto il piccolo ranger by edizioni if diventi mensile. ciao a tutti.

    • Gianni Bono:

      Ottimo investimento e ottima operazione di proselitismo editoriale…Se tutti ne dovessero comprare due copie, saremmo mensili già dal secondo numero.

  • andreadel:

    gianni scusa se rincaro la mia proposta:tex ha avuto un successeone come settimanale e aveva 290 pagine vabbè che era a colori ma adesso xerchè il piccolo ranger 15cinale non dovrebbe avere un seguito così notevole??? conta che è una serie abbastanza lunghetta e poi mi sembra che il prezzo x un fumetto di 272 pagine è alquanto competitivo

  • enzo:

    Caro Gianni, grazie per aver riportato in edicola un grande fumetto qual’è Il Piccolo Ranger. Ho trent’anni e sono cresciuto a pane, salame, Mister No e il Piccolo Ranger che mio nonno mi leggeva sempre da piccolo! Un viaggio nel mondo dell’impossibile che diventa possibile. Lo collezionerò certamente (insieme a Mister No). Ottima la grafica. La speranza? Farne un mensile! Unica pecca, la diffusione: abito a Pinerolo (To) e le copie scarseggiano decisamente! Grazie Gianni per il tuo lavoro e per tua passione!
    Enzo

    • Gianni Bono:

      Per le edicole di Pinerolo come per altri punti possiamo provvedere a mandare più copie, ma dobbiamo poi essere sicuri che qualcuno va a comparle. Faremo comunque degli aumenti in zone test per vedere di incrementare diffusione e vendite!

  • Gianni57:

    Complimenti!!!
    Sono riuscito ad acquistare sia la mia copia da collezionare che una seconda che ho regalato ad un amico nella speranza che conoscendo il personaggio possa diventarne un assiduo lettore e collezionista.
    Mi auguro che questa collana da bimestrale possa diventare mensile e che presso l’edicola “Moreno Nardi” di Via P. Caselli 48/Via F.Paolini 160 -00122 Ostia Lido-Roma
    arrivi sempre almeno una copia di Falco Bianco, Il grande Blek, Capitan Miki e Il Piccolo Ranger, visto che lì acquisto le quattro collane.
    Carissimo Gianni, auguro buon lavoro a Te ed a tutta la redazione della IF

    • Gianni Bono:

      Grazie. Abbiamo dato l’indirizzo della tua edicola al distributore. Manderà più copie. Tu fai un po’ di propaganda!

  • Fabrizio:

    Proprio stamane quando il mio edicolante mi ha proposto l’acquisto di Durango mi ha anche proposto la vostra pubblicazione che ho rifiutato(per innumerevoli motivi, primo fra questi compro quasi tutti i fumetti bonelli,dago e così via).Ma leggendo Burattini che ne parla bene sul suo blog,più la tua appassionata promozione ho deciso che domani inizio a comprarlo. In bocca al lupo!

  • Marco:

    Caro Gianni,
    è la prima volta che scrivo in un forum di fumetti e mi è sembrato giusto farlo nel tuo. Leggo da sempre i fumetti della Bonelli e ricordo quando da ragazzino (ormai quasi 40 anni fa purtroppo) ho iniziato prima con Zagor poi con Mark, il Piccolo Ranger e la collana Rodeo con particolare affezione a Un Ragazzo nel Far West. Ricordo con quanta smania aspettavo le uscite ed ogni volta desideravo, in base alle copertine in 3^ o in 4^, acquistare e se possibile collezionare tutti i personaggi, credo di avere avuto tra le mani, in vari periodi, le serie complete ed originali di tutti.
    Voglio solo ringraziarTi per avermi ridato la possibilità di rileggere quegli albi che ricordavo con nostalgia (purtroppo i prezzi speculativi di venditori su ebay e di case editrici che li vendono seppur nuovi a peso d’oro mi hanno fatto desistere dall’acquistarne usati, tranne alcuni numeri di Zagor). Ieri ho acquistato e “divorato” la prima copia del Piccolo Ranger e, nonostante le storie a volte ingenue, sono tornato a sognare.
    Cercherò acquistare dal tuo sito gli albi che mi mancano del Comandante Mark ed altri.
    Grazie di nuovo e continua così

    • Gianni Bono:

      Anch’io, anche se ho più anni di te, guardavo le copertine e cercavo – o meglio dire “sognavo” – di poterli leggere. Ricordo secoli fa, quando nel 1961 non avevo il becco di un quattrino e mio nonno mi dava 20 lire, come sbavavo davanti alle copertine di Gordon e Maschera Nera della Corno che costavano 100 lire. Irraggiungibili, purtroppo. Ma per fortuna c’erano gli amici e le bancarelle che li vedevano dopo pochi mesi a metà prezzo! Un modo, quello delle bancarelle, davvero lontano nel tempo…

  • Marino Castagnola:

    Sono arcicontento di questa pubblicazione che già avevo sponsorizzato nel questionario : era ora che finalmente venisse riproposta la serie. Il Piccolo Ranger è un personaggio storico nel panorama fumettistico italiano e non merita sicuramente di finire nel dimenticatoio. Nessun problema per la modalità in cui viene proposto e neppure per le copertine che anzi trovo brillanti (la stella però non sarebbe male….)
    Buon lavoro e appuntamento in edicola!
    Saluti

  • simeone:

    Stamattina ho preso una decisione. Aspettero che si completi la serie e poi me lo sparo tutto.
    con questo voglio dire che a prescindere io il PR lo comprero e al diavolo chi lo denigra.
    Caro Gianni ti ringrazio per a verlo riportato in edicola, ed aspetto , con ansia le tue nuove NEWS sui prossimio personaggi che intendi riportare in edicola.
    Ciao e grazie

  • Sergio:

    Complimenti la ristampa del piccolo ranger era quello che aspettavo da anni, unico neo personalmente avrei lasciato le vecchie bellissime copertine.

  • andreadel:

    preso questa mattina(era pure ora)èarrivato con qualche giornio di ritardo rispetto al mio capoluogo di provincia,comunque la mia copia non era al meglio delle condizioni e me ne sto facendo comperare un altra copia da un mio amico. A proposito,noto con enorme piacere che il lettering seppur datato e bruttino è stato lasciato originale, detto questo lunga vita al piccolo ranger e un grazie mille a gianni bono x avere fatto rivivere in edicola con una nuova ed inedita edizione il buon kit teller e copany

  • Mario:

    Buongiorno a tutti e un grande grazie a Gianni Bono e alle Edizioni If! Proprio stamattina, recandomi all’edicola, ho acquistato il nr. 1 della ristampa del Piccolo Ranger.
    Sei euro ben spesi, anche se è un vero peccato non avere le copertine di Franco Donatelli; comunque quelle di Massimo Rotundo sono degne di nota.
    Pur possedendo l’intera collezione originale, d’ora innanzi in me avrete un fedele acquirente e lettore di questa vostra pubblicazione.
    Ancora GRAZIE a GIANNI BONO.
    Salutoni e un grosso in bocca al lupo per queste e per le future iniziative editoriali.

  • renzo:

    Buongiorno, mi chiamo renzo e ho 48 anni.Ho scoperto oggi, per caso della vostra ristampa, de il piccolo ranger. Ho vissuto la mia infanzia negli anni ’70 immergendomi nei favolosi fumetti di quei anni…ogni tanto, quando rivedo quelle tavole disegnate mi vengono le lacrime agli occhi ricordandomi quel bellissimo periodo. Il piccolo ranger era un mio idolo e purtroppo (ditemi se sbaglio) è stato sempre sottovalutato rispetto ai ben famosi zagor tex etc..etc. (forse è stato questo il motivo della sua chiusura?) .Eppure il fumetto aveva delle avventure meravigliose e originali. Mi affretterò subito a prendere la ristampa. Una domanda: intendete ristampare tutta la collezione in ordine rigorosamente cronologico ( vendite rispettando?). partie dalle strisce e poi ristampata la colana gigante? grazie e cordiali saluti

    • Gianni Bono:

      L’idea è questa e – vendite permettendo – pubblicheremo tutto Il Piccolo Ranger. Il motivo della sua chiusura non è la sottovalutazione, ma una nuova realtà del fumetto italiano: i lettori volevano storie più adulte. E il Piccolo Ranger non poteva dargliele. Tutto qui.

  • Andrea:

    Un grazie grande come il cielo a Gianni Bono, era una vita che aspettavo il ritorno in edicola di Kit Teller e Frankie Bellevan, spero che diventi al piu presto mensile, perchè aspettare due mesi è una tortura cinese!!! Ho sempre messo al primo posto il Piccolo Ranger, perchè lo considero superiore a Tex e Zagor, anche se purtroppo non ha avuto la stessa fortuna. Attendo con impazienza il secondo numero in edicola il 10 aprile Rigorosamente prenotato, sperando che gli altri numeri escano mensilmente, ancora grazie!!!!

    • Gianni Bono:

      Vedrai che accontenteremo te e tutti i lettori. Ma facci ragionare ancora qualche giorno. In questi periodi è troppo facile sbagliare.

  • Alberto:

    Buongiorno. Ho appreso con gioia il ritorno del PR dopo anni di latitanza dalle edicole. Ritengo doveroso inserire le due copertine originali a colori in quanto parte integrante del fascino del personaggio, anche a scapito di un aumento di prezzo. Anche le recenti riproposte di Diabolik e Kriminal/Satanik hanno opportunamente inserito le copertine originali… Quelle di Donatelli poi sono opere d’arte. Auspico un ritorno in grande stile (a colori e magari con copertine cartonate) di altre grandi testate quali “Ken Parker” e la “Storia del West”.
    Gradirei anche vedere in edicola la serie completa de “Lo Sconosciuto” di Magnus.
    Grazie comunque per la bella iniziativa. Un saluto

    • Gianni Bono:

      Terremo in seria considerazione i tuoi consigli. Se le risorse ci sostengono faremo anche altro. Il colore però è un argomento un po’, diciamo, impegnativo…

  • giorgio zambonini:

    abito a seriate (BG) e non riesco a trovare il Piccolo Ranger ma e’ poi’ uscito? se si ditemi dove posso trovarlo grazie

    • Gianni Bono:

      Ebbene sì. E tra poco esce anche il 2. Se non hai trovato il n. 1 richiedelo a noi e se ci mandi i dati dell’edicola di Seriate provvediamo per il 2 o, se siamo fuori tempo, per il 3.

  • cris:

    Sono un amante del genere, ho saputo solo ora di questa straordinaria iniziativa, ed ho letto tutti i commenti giunti fino ad ora. Quindi anche se in ritardo vorrei dire la mia opinione in merito, visto che la sede è quella appropriata se non sbaglio. Oltre ai tanti complimenti ricevuti, ed abbastanza similari l’uno con l’altro di condivisione dell’opera in tutto e per tutto, tranne la famosa stella, mi ha colpito e interessato il ragionamento iniziale di Fabio,che senza peli sulla lingua è arrivato a toccare il nervo della questione con contenuti veri. A mio avviso ha ragione nel considerare che le copertine possono aiutare il successo per la nuova pubblicazione. Per quanto mi riguarda, sono sincero, come disegni delle prime 2 copertine, non mi fanno affatto impazzire, anzi le ritengo molto anonime e prive di fascino e personalità, da confondersi con un qualsiasi bravo disegnatore un pò esperto. Ricordiamo che i numeri tutt’ora richiesti dal mercato sono proprio quelli di Donatelli, dal 120 in poi i prezzi diminuiscono ed hanno una valutazione bassissima. Non si poteva peciò avvicinarsi ad esso con copertine, non dico lavorate a quel modo, ma sul simile? Spero di non essere accusato di ripicca!!!

  • massimo:

    Buongiorno, abito a Trieste e non ho trovato il primo numero del Piccolo Ranger ne nella fumetteria locale ne in edicola. Volevo sapere se la pubblicazione è distribuita anche nelle fumetterie o meno.
    Grazie

  • Oggi 6 aprile ad alba in provincia di cuneo e’ uscito il numero 2 del piccolo ranger.molto bella anke la seconda copertina di Massimo Rotundo, spicca in edicola vicino alle altre uscite if e bonelli e varie.speriamo non ci sia troppo da aspettare per la decisione di Gianni Bono e c. di fare diventare il Piccolo Ranger mensile. Buona Pasqua a tutti.

  • andreadel:

    SALVE A TUTTI OGGI 10 APRILE AL MIO PAESE (IN SARDEGNA) È USCITO IL NUMERO 2 DEL PICCOLO RANGER NOTO CON PIACERE CHE QUESTA VOLTA L’ALBUM A DIFFERENZA DEL PRIMO USCIO È ARRIVATO IN OTTIME CONDIZIONI LA STORIA PROSEGUE BENSSIMO E I DISEGNI DI FRANCESCO GAMBA SONO BELLISSIMI E NOSTALGICI PSSS SPERO CON TUTTO IL CUORE CHE LA RISTAMPA PASSI MENSILE BEN PRIMA DI GIUGNO

  • Luigi:

    Voglio solo dire grazie a voi IF che pubblicate ancora fumetti come il piccolo ranger e non starei a guardare tante piccole sottigliezze come o letto in post precedenti visto la crisi di vendite del fumetto e non solo che sta attanagliando un pò in generale le case editrici .Spero che avrete un buon riscontro di vendite da poter leggere tutta la serie completa del piccol ranger visto che tra le mie tante collezioni di fumetti ahimè quella del piccolo ranger mi manca ” e visto i costi di certi numeri della serie regolare non provo nemmeno ad iniziarla”. Grazie e un in bocca al lupo

  • angelo calvisi:

    La nuova vita editoriale del PR è per me una cosa fantastica, una notizia che attendevo da quasi 30 anni, cioè da quando ho acquistato il numero 1 (per 20mila lire, somma astronomica per un 18enne di allora!) in una fiera in via Buranello, a Genova, nel 1985. La serie originale non l’ho completata, mi mancano una 50ina di numeri, e questa è un’occasione che non mi farò sfuggire. Vorrei chiedere: come sono andate le vendite dei primi volumetti? Consentiranno il passaggio a una cadenza mensile a partire da giugno? E cosa succederà quando si passerà dalle 128 pagine dei primi numeri alle canoniche 96? Ogni fascicolo raccoglierà sempre due numeri o si passerà a tre? Grazie dell’attenzione e soprattutto grazie di questa iniziativa.

  • Alberto:

    Buongiorno
    Abito nella provincia di Ancona, ho trovato il 1° numero in una edicola di Jesi mentre il 2° non è arrivato e ho difficoltà a rintracciarlo nei dintorni.
    Sarà possibile in futuro un abbonamento cosi’ da poterlo ricevere direttamente a casa? (Magari anche con un leggero sconto).
    Ribadisco che auspicherei un ritorno in grande stile delle vecchie copertine.
    Grazie

  • andreadel:

    buongiorno.con mia immensa gioia ho aquistato stamane il 3 numero del mio eroe preferito cioè il piccolo ranger .purtropo la mia gioia è un o di dimnuita nell’apprendere che continua a essere bimestrale come mai??
    GIANNI MI PAREVA DI AVERE CAPITO CHE STESSEVENDENDO BENE CON I PRIMI 2 NUMERI

  • uscito il numero 3 , come sempre e come faro’ anke in futuro 2 copie comprate.ottima anke la 3a copertina di massimo rotundo. continuate cosi’ ciao.

  • ROBERTO:

    CARO DIRETTORE CAPISCO I SUOI SACRIFICI DI EDITORE NEL PORTARE AVANTI UNA TESTATA COME IL PICCOLO RANGER , MA ANCHE I NOSTRI DI LETTORI NEL SEGUIRE TUTTE LE SUE TESTATE NON SONO INDIFFERENTI ANZI… PROPRIO PER QUESTO LE CHIEDO DI NON SNATURARE LA PUBBLICAZIONE CON LE COPERTINE NON ORIGINALI, QUELLE DI F. DONATELLI ERANO BELLISSIME, IN CONFRONTO CON QUELLE ATTUALI NON REGGE. SECONDA COSA CHE LE CHIEDO, E’ QUELLA DI RIUSCIRE A PORTARE LA PUBBLICAZIONE AD UNA CADENZA MENSILE ALTRIMENTI CON 12 STORIE ALL’ANNO, PER RAGGIUNGERE I 255 NUMERI DELLA SERIE, CI VENGONO I CAPELLI BIANCHI. COMUNQUE CARO SIG. BONO LA RINGRAZIO PER TUTTE LE TESTATE CHE IN QUESTI ANNI E’ RIUSCITO A RIPROPORCI, SEMBRA IERI QUANDO COMPRAVO IL PRIMO NUM. DI MARK O DI BLEK, GRAZIE ANCORA PER RIUSCIRE A FARCI SOGNARE.

  • Andrea:

    Ho preso il numero 3 bello il volume ,bella la copertina, quando poi ho letto che rimaneva bimensile mi è venuto un mezzo colpo apopletico che non mi sono ancora ripreso, spero da agosto diventi FINALMENTE MENSILE cosi che possa riprendermi dal terribile spavento. Grazie per l”iniziativa e per l”attenzione.

  • paolinosposo:

    ciao,gianni ,seguo e compero sempre mister no e spero che si riesca ad arrivare alla fine compresi i numeri speciali e vari…..volevo chiedere e possibile una ristampa di ken parker ? visto che quella della panini ( a me non piace ) , e’ in formato ridotto e non si riesce a leggere bene …mi piacerebbe come quella della storia del west …..paolo

  • paolinosposo:

    ciao, Gianni, quando e’ che ricomincerete con la storia del west ( e’ da gennaio che l’hai detto…), magari inserendo poi anche nella serie ken parker….aspetto fiducioso….Paolo

  • Salve Direttore, intanto ne approfitto per ringraziarla di aver riportato in edicola delle mitiche serie a fumetti come Mister No (in primis), Falco Bianco e l’ultimo Piccolo Ranger.. Senza il vs. Lavoro sarebbe stato difficile, per chi all’epoca era troppo giovane, leggere queste grandi avventure.
    Le scrivo per una richiesta, ventilata ormai da tanti lettori di fumetti e collezionisti di tutte le età : dopo trent’anni di vita editoriale non sarebbe bello una ristampa di Martin Mystere? Ho letto che qualcuno proponeva anche quella di LungoFucile.. Che dire, una bella battaglia. Sapendo che qualche serie e prossima alla fine che ne dice di prendere in considerazione questi suggerimenti? :) grazie

  • Davide:

    Caro Gianni Bono,
    mi associo al plauso di quanto hanno lodato l’iniziativa di ristampare il Piccolo Ranger, una lacuna che gridava vendetta dal cielo e che è stata colmata grazie alla sua scelta editoriale. Io posseggo parte della serie orginale e sosterrò senza dubbio l’iniziativa. Permettimi un piccolo appunto che già è stato sollevato da molti altri: nella riproposta del PR, non si può assolutamente prescidere dalle copertine di Donatelli. Erano vere opere d’arte, dei quadri pittorici che, anche se poco attinenti ai contenuti del fumetto, facevano sognare con un netto richiamo ai western di allora.Tra i motivi dell’elevatissmo costo delle copie sotto il 100 c’è senza dubbio il pregio di tali copertine. Vederle riproposte nella attuale veste grafica lucida sarebbe stratosferico. Non credo che le covers del pur bravo Rotundo possano avvicinare nuovi lettori, in compenso potrebbero allontanare i nostalgici! Kit sembra un “cinese” e nel n° 4 Frankie in copertina è un incrocio fra il Generale Custer e Kit Carson…in ogni caso nulla a che vedere con Bellevan. Si potrebbero inserire le copertine originali all’interno dell’albo per dividere gli episodi, senza togliere la copertura grafica di Rotundo. Infine, auspico una periodicità che consenta di completare la serie in tempi ragionevoli, quindi non certo bimestrale, oppure di inserire nella bimestralità un albo in più. Quest’ultima potrebbe essere una soluzione fattibile, specie quando le pagine degli albi interni scenderanno da 128 a 96.
    Grazie ancora e lunga vita alla sua Editrice che tanto ha fatto e sta facendo per noi collezionisti!

    Davide M. – Venezia

    • Gianni Bono:

      Da Ottobre saremo mensili. Purtroppo le vendite non sono entuasiasmanti, poco più di 3.500 copie… Ma teniamo duro, anche a costo di ritoccare un po’ il prezzo.

  • andreadel:

    gianni pur di portare a termine il piccolo rangher ritocca pure il prezzo a secondo me se puntavi subito alla mensilità avresti avuto un ben + vasto numero di aquirenti

  • Andrea:

    Gianni, grazie infinite per la mensilità del piccolo ranger, ti chiedo soltanto una cosa, far realizzare qualche copertina del piccolo ranger a quei due geni di Bruno Faganello e Luigi Corteggi, sarebbe Fantastico rivederli in azione dopo tanti anni, sarebbe proprio il massimo!!!

  • giuseppe:

    Grazie per tutte le belle pubblicazioni a cui siamo affezionati,sappiamo che i costi per pubblicarle sono alti ma speriamo che l’affetto dei tantissimi lettori possa fa superare le difficoltà.
    Bella davvero l’edizione Piccolo Ranger.
    saluti
    Beppe Firenze
    .

  • grazie gianni per la mensilita’ del piccolo ranger, io nel mio piccolo continuero’ per sempre a comprare 2 copie,1 LA TENGO NELLA MIA CASA DOVE HO TUTTA LA COLLEZIONE E L’ ALTRA NEL MIA PICCOLA CASETTA DI CAMPAGNA DOVE D’ESTATE MI TUFFO NELLA LETTURA DEI MIEI FUMETTI PREFERITI. e se il prezzo aumentera’ continuero’ comunque a COMPRARE 2 COPIE grazie ancora GRANDE GIANNI BONO.

  • Luigi:

    Mi sa che se aumenta purtroppo per problemi di finanza devo a malincuore smettere di comprare il piccolo ranger. Vedremo!!!!!!!!!!!!

  • luca:

    E’ con mia piacevole sorpresa che ho scoperto solo adesso al N°5 la ristampa del mio fumetto western preferito dell’infanzia, Il Piccolo Ranger, grazie infinite per averlo ristampato visto che i numeri arretrati che mancavano dalla mia collezione avevano costi proibitivi, conto di comprarlo sempre anche quei numeri che posseggo già,sperando che duri visto le non eccezionali vendite sinora effettuate. Vorrei un’informazione sul sito c’è scritto che sono disponibili gli arretrati deli numeri 1 e 2 ma ho visto che nella sezione del carrello si può acquistare a 6 Euro anche i numeri 3 e 4, come funziona? Un Caro Saluto e Grazie di Cuore ancora.

  • andreadel:

    salve a tutti
    gente il primo che sparla del lavoro di massimo rotundo x le cover di kit teller se a vde con mè
    sta facendo progressi a ogni num che passa l’ultima oltre che essere slendida c’è kit sembr disegnato da gamba x non parlare della protagonista assolutamente identica all’albo corrispondente gianni non mollare kit mi raccomando e nemmeno il grande rotundo

    • Gianni Bono:

      Ci mancherebbe, siamo molto contenti di poter lavorare con un professionista come Rotundo!

  • sono contento della ristampa pero bisogna anche avvisare degli aumenti ciaoooooooooooooooooo

  • Francesco:

    volevo sapere quanto potrebbe valere il numero 1 del piccolo ranger quello a strisce l ho
    trovato fuori un garage che stavano ristrutturando insieme a circa un centinaio di altri fumetti ciao

    • Gianni Bono:

      Preferiremmo non entrare nel merito delle valutazioni. All’epoca della Guida, per le valutazioni ci eravamo fatti aiutare dagli amici Mencaroni e Pignatone, decisamente più esperti di noi a riguardo…

  • Luigi:

    dipende dalla serie ( ve ne sono diverse e la prima è datata 1958 AUDACE) dallo stato di conservazione ecc…..

  • francesco:

    Quello che ho io è uguale a quello che cè all inizio di questa pagina web . collana audace n 1 pubblicazione quendicinale datato 15-6-1958 penso sia l originale e vorrei sapere se ha un valore cmq grazie di cuore Luigi per aver risposto ps quello che ho è in ottimo stato di conservazione è solo un po ingiallito

  • ANDREADEL:

    ciao a tutti
    rivolgo una preghiera al grande gianni bono
    non fate il piccolo ranger a colori deve rimanere come in origine forse dovrebbe aumentare la tiratura
    vende il doppio di capitan miki solo con le vostre(basse)tirature se lo portaste almeno a 20.000s ono certo che venderebbe ancor di + chiedo scusa al gianni x essermi permesso di darecerti suggerimenti e mi auguro che porti a termine la risampa del grnade kit teller

    • Gianni Bono:

      Stai tranquillo, per ora non ci pensiamo proprio a colorare il Piccolo Ranger. Quanto alla tiratura, con il numero 1 abbiamo ben fatto 20.000 che… son tornate indietro!
      Quindi abbiamo tarato il numero sul venduto, che si aggira intorno a una media di 4000 a numero. Per ora ce la facciamo, e se la cifra rimane costante, andiamo avanti a oltranza!

  • ANDREADEL:

    gianno scusa ancora ma prima dicevi che il piccolo ranger vendeva all’incirca 3400 copie fin dal primo numero,se adesso dici che vende una media di 4000 copie vuol dire che sta siappur lentamente guadagnando lettori,poi conta che in molte edicole italiane,compresa la mia regione in olti non sono rusciti a reperirlo e che io stesso ho seguito i tuoi consigli,asslllando la ma edicolante erchè mi procurasssi il piccolo ranger,fossi in voi,mi informerei su tutti quelli che non riescono a rperire l piccolo ranger in edicola,già adesso vende +del doppio di capitan miki in bianco e nero8TU STESSO DICEVI CHE VENDEVA ALL’INCIRCA 1500 COPIE A NUMERO SE CI FA CONTENTI TUTTI POTRESTI ANCHE RAGGIUNGERE IL BUON MISTER NO.A PROPOSITO GIANNI QUANTO VENDE I BUON VECCHIO MISTER NÒ??

  • paolino:

    ciao Gianni,
    non si potrebbe continuando la numerazione da dove sospesa la collana storia del west ( if ) inserendo tutta la serie del mitico KEN PARKER

    • Editore:

      Per ora non possiamo fare promesse, tanto meno su titoli specifici, ma stiamo riflettendo su varie ipotesi. Se tutto va bene, e ribadiamo se, in autunno potrebbero esserci novità!

  • meglio:

    Sono così contento di vedere che il P.R. sia ristampato anastaticamente con il nome degli autori che negli originali scompariva .
    Nel mercato dell’usato ricostruire la serie era da miliardari prima dell’ avvento dell’euro.
    Dei vecchi bonelliani è stato l’ultimo in ordine di tempo sebbene quando usciva regolarmente negli anni sessanta l’elenco degli arretrati non era completamente disponibile in ogni albo perché alcuni esauriti.
    Incredibilmente furono ristampati (nessun personaggio che io sappia ha avuto questo onore) e la lista fu aggiornata agli inizi degli anni settanta, così rimase fino alla metà degli anni ottanta.
    Ho una domanda quale è stato l’ultimo numero sceneggiato da andrea lavezzolo perché da allora il personaggio sebbene ben sceneggiato ha perso le caratteristiche di continuti che il suo ideatore gli aveva dato.

  • nicola:

    Sono un grande ammiratore del PR, e uno dei fortunati a possedere l’intera serie. Anch’io, da nostalgico, non vedo proprio di buon occhio le nuove copertine, ma ammetto comunque che sono belle e accattivanti.
    Qualche anno fa le edizioni Mercury hanno pubblicato uno special intitolato “Zoltan il mago”, ma devo dire che mai storia più orribile fu scritta, piena di assurdità, ingenua e strampalata. Pubblicherete anche questa, nella nuova edizione del Piccolo Ranger? Perché non proponete uno special inedito anche voi, sul nostro eroe?

  • Andrea:

    PERCHE” NON FATE UNO SPECIALE DEL PICCOLO RANGER???

  • paolo:

    Ciao Gianni ,
    mi piacciono molto gli speciali Cico a colori, ho visto che da febbraio ci saranno di nuovo in edicola il n.1 e il n.2 con le rispettive statuine di Zagor e Cico…MOLTO BELLA L’IDEA…
    mi piacerebbe che uscisse in edicola anche gli speciali Zagor a colori stampati dalla vostra stupenda casa ed.IF…e anche che ristampaste a colori anche i zagor a colori dal 236 in poi visto che ho i tutto zagor completa ( mi ero e po non li ho piu’ presi e i formato gigante che stanno uscendo non mi paicciono …cosa ne dici… grazie Paolo

Lascia un Commento

*
Immagini & Fumetti
Questo blog vuole essere uno spazio d'incontro a cui possano fare riferimento tutti coloro che, come me, amano i prodotti della cultura popolare. Per trovare e scambiare informazioni, ricordi, considerazioni. Perché una passione riverbera quando condivisa, perché la memoria delle cose passate è un impegno, oltre che un piacere, a cui più voci possono contribuire.
Status
  • Da giovedì 19 riprenderemo i contatti
Tags